NICOLA CIUFFOLETTI
Cronaca

Selezione olio toscano. Nove dei 45 scelti vengono dall’Amiata e dalla Maremma

Premiati: La Casina di Giannetto, il Colombaio di Fulvio Landi il Frantoio Franci (con due Igp toscani), la Kali società agricola (con 2 Igp toscani), Lorenzo Cencini, Poderi Borselli e la Scovaventi Srl .

Selezione olio toscano. Nove dei 45 scelti vengono dall’Amiata e dalla Maremma

Selezione olio toscano. Nove dei 45 scelti vengono dall’Amiata e dalla Maremma

Su 45 oli extravergine toscani di eccellenza ben 9 sono grossetani. È questo un dato che incorona la Maremma e il Monte Amiata come terra non solo di grandi vini ma anche di importanti oli. Questi riconoscimenti sono arrivati a seguito della selezione degli Oli 2024 tenutasi al Cinema La Compagnia di Firenze, il "green carpet" dell’oro verde che ogni anno premia le eccellenze toscane. Seconda per numero di aziende solo alla provincia di Siena (12 le aziende premiate), la nostra provincia, ha visto premiare le aziende agricole La Casina di Giannetto, il Colombaio di Fulvio Landi, il Frantoio Franci (con due Igp toscani), la Kali società agricola (con due Igp toscani), Lorenzo Cencini, Poderi Borselli e la Scovaventi Srl. Dati Istat alla mano si comprende come l’olivoltura è un’attività che si sta sviluppando in provincia di Grosseto. Gli ettari a olivo della provincia di Grosseto erano 20.082 nel 2022 che poi sono diventati 21.002 nel 2023. La superficie in produzione (in ettari) è passata da 20mila nel 2022 a 20771 nel 2023. La produzione in quintali invece nel 2023 ha segnato un passo indietro rispetto al 2022. Nel 2022 sono stati raggiunti150.015 quintali, invece nel 2023 le aziende olivicole si sono fermate a 124.626. Nel panorama nazionale delle Dop e delle Igp degli oli extravergini di oliva, la Toscana emerge per i quantitativi di oli certificati, che rappresentano una quota rilevante del totale nazionale.

Sono cinque le Dop e Igp degli oli extravergini di oliva, registrate dall’Unione Europea, che si riferiscono a zone di produzione comprese nel territorio regionale: Toscano Igp, Chianti Classico Dop, Terre di Siena Dop, Lucca Dop, Seggiano DOP. La Selezione Oli Extravergine 2024, promossa dalla regione Toscana con la collaborazione della Camera di Commercio di Firenze insieme a PromoFirenze e Fondazione Sistema Toscana, è stata l’occasione per parlare del settore olivicolo e delle sue prospettive, dell’importanza della frangitura per ottenere un’elevata qualità, per un aggiornamento nel campo della ricerca sulla provenienza degli oli ma anche per scoprire le attività dei Consorzi volte alla tutela e alla valorizzazione degli oli della Toscana. L’evento ha visto i saluti istituzionali di Eugenio Giani, presidente della Regione, di Stefania Saccardi, vicepresidente della Regione e assessora all’Agroalimentare, Massimo Manetti, presidente di PromoFirenze, Giuseppe Salvini, segretario generale della Camera di Commercio di Firenze e di Francesco Palumbo, direttore di Fondazione Sistema Toscana. A seguire la tavola rotonda con gli interventi tecnici di Alessandro Parenti professore Università di Firenze – D-Agri, Gaia Meoni ricercatrice Università di Firenze – Cerm e Chiara Cherubini, tecnico Analytical. A condurre l’evento è stat Simona Bellocci, giornalista di Intoscana.it. I riconoscimenti sono stati consegnati da Stefania Saccardi insieme ai presidenti dei Consorzi. Tra i riconoscimenti anche alcune menzioni speciali e un olio della provincia grossetana ha vinto nella categoria "Migliore Dop Seggiano".