Progetto di scambio culturale: "Giovani musicisti", concerto finale

Oggi alle 21 esibizione all’interno del Duomo cittadino. Ecco i nomi di tutti i partecipanti

Progetto di scambio culturale: "Giovani musicisti", concerto finale

Progetto di scambio culturale: "Giovani musicisti", concerto finale

Si concluderà oggi alle 21 con il concerto finale nel duomo cittadino la nona edizione del progetto di scambio culturale "Giovani Musicisti del Mondo" promosso dall’associazione culturale "Recondite Armonie".

Sotto la direzione artistica dei pianisti Diego Benocci e Gala Chistiakova, la serata conclusiva vedrà la partecipazione dei giovani pianisti Leonardo Benocci, Jacopo Leotta, Riccardo Abbruzzese, Francesco Nacucchi, Francesco Cauci, Constance Raillard, Filippo Cibecchini, Alexander Dow, Carlotta Anna Denevi, Davide Lena, Maria Medvedeva, la violinista Megan Moreci, i trombettisti Enea Caló e Nassim Crompton, il filicorno contralto di Geordie Crompton, i flautisti Ernesto Furzi e Antonio Raia, il percussionista Francesco Bertini, l’arpista Isabella Laus e a conclusione la Corale "Giacomo Puccini" di Grosseto diretta dal maestro Walter Marzilli accompagnata da Matteo Ronzini.

Nei giorni scorsi, dopo il concerto di apertura in Teatro, il progetto è approdato con grande successo in alcuni dei luoghi più suggestivi di Grosseto e provincia, portando i giovani artisiti ad esibirsi nella Sala Pegaso di Palazzo Aldobrandeschi, sede della Provincia di Grosseto, ma anche nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo di Roccalbegna, nella chiesa della Misericordia, nella troniera medicea – sede della Proloco di Grosseto – e anche nella chiesa di San Michele Arcangelo di Sassofortino.

La rassegna ha visto di nuovo la partecipazione di tantissimi musicisti provenienti dai conservatori italiani ed esteri oltre a talenti e importanti realtà musicali locali. Il progetto includeva anche due concorsi: il pianistico internazionale "Recondite armonie" e un concorso provinciale, sempre dedicato al pianoforte. La competizione internazionale era aperta a pianisti under 30 residenti in Italia e all’estero, mentre quella provinciale era riservata ai giovani musicisti del nostro territorio.

La serata di oggi, dedicata alla memoria del compianto maestro Palmiero Giannetti, storico clarinettista e direttore d’orchestra, nonché primo presidente dell’Istituto musicale comunale che adesso porta il suo nome, sarà presentata dal giornalista Carlo Sestini e sarà possibile fare un’offerta libera a favore della restaurazione dell’organo della Cattedrale cittadina.