Polo della Conoscenza, è scontro. Botta e risposta Comune-Provincia

Vivarelli Colonna: "Tre anni di silenzio e adesso il bando? Chissà perché così vicino alle elezioni". Limatola: "Un bluff l’inaugurazione con 150mila euro di soldi pubblici spesi: vogliamo riqualificarlo".

"A tre anni di distanza e a pochi mesi dalla consultazione elettorale per la guida dell’Amministrazione provinciale, a Grosseto si torna a parlare del Polo della Conoscenza". Inizia così la coalizione di centrodestra che guida il Comune di Grosseto. "Era il 25 gennaio 2021 e il protagonista era l’allora presidente della Provincia, Antonfrancesco Vivarelli Colonna. L’inaugurazione della sede, di quello che sarebbe dovuto diventare il Polo della Conoscenza, ha rappresentato il completamento di un percorso culturale e amministrativo, teso a dare sostegno alle diverse attività imprenditoriali sul territorio. Era l’avvio di una nuova era. Ma da allora il buio totale. Sono trascorsi tre anni e curiosamente, pochi giorni or sono, l’Amministrazione provinciale ha pubblicato un avviso per la valutazione di proposte progettuali per la rigenerazione urbana dell’immobile in Chiasso delle Monache". "Perché sono trascorsi tre anni senza che sia stato fatto alcunchè e improvvisamente viene pubblicato un avviso per la rigenerazione urbana, azzerando in questo modo il laboratorio di imprese di alto livello? – aggiunge il Centrodestra – Perché è stata intrapresa una strada diversa rispetto al progetto teso a rafforzare la gestione delle ‘best practice’ per potenziare la rete imprenditoriale nella nostra Maremma?". Pronta la risposta di Francesco Limatola, attuale presidente della Provincia di Grosseto. "Vorrei ricordare alcuni fatti utili per comprendere le caratteristiche di un modello di pessima politica – inizia Limatola –. La Provincia di Grosseto è proprietaria di alcuni importanti locali collocati nel centro storico di Grosseto. Per uno di questi, collocato tra Chiasso delle Monache e piazza S.Francesco, l’allora presidente della Provincia Vivarelli Colonna avviò una procedura di utilizzo individuandolo come sede di un progetto, il Polo della Conoscenza. Nello stesso decreto si stabilì che alla destinazione d’uso doveva seguire la costituzione di un’Ats tra la stessa Provincia, il Comune di Grosseto e il Polo Universitario Grossetano. Alla costituenda Ats spettava il compito di attivare concretamente le attività del Polo". "Trascorrono anni, quasi tre, dal marzo 2018 si arriva al 25 gennaio del 2021 e Vivarelli Colonna, sempre presidente della Provincia, si esibisce in una delle performance in cui è specializzato: le inaugurazioni – chiude Limatola –. Si spendono 150mila euro di denaro pubblico: ma è un bluff. È in questo scenario che, oggi, la Provincia – chiude Limatola – agisce e attiva un percorso di rivitalizzazione di una struttura e di un progetto mai realmente partorito. Rendere funzionale e vivo questo edificio potrebbe contribuire a recuperare quella zona".