Neve, perdite milionarie: pesanti danni per il caldo sull’Amiata

Le scarse precipitazioni e le temperature alte creano problemi allo sci. Tutto il comparto è in difficoltà, restano poche settimane per la stagione

Le piste sull'Amiata
Le piste sull'Amiata

Amiata (Grosseto), 3 febbraio 2024 – Ci restano ancora poche settimane per salvare il salvabile. Sull’Amiata è crisi a causa dell’assenza di neve. Secondo stime ancora provvisorie questo inverno avido di nevicate ha causato perdite tra gli operatori e commercianti amiatini che sfiorano i 15milioni di euro, influenzando in negativo buona parte degli incassi della stagione invernale. In negativo anche le presenze, si parla del 65% in meno rispetto a una stagione invernale classica.

Dopo un dicembre e un gennaio senza neve (solo quella artificiale) adesso lo sguardo degli operatori è tutto rivolto alle prossime settimane. Albergatori, ristoratori, proprietari di noleggi, impiantisti, tutti sperano in un fine inverno in ripresa. "L’Amiata con la neve è appetibile fino al 15 marzo – commentano alcuni operatori del territorio – dopo è difficile, il nostro target dopo la metà di marzo inizia a frequentare altre località, o comunque torna in Amiata ma non per sciare. La stazione sciistica rimane aperta per gli appassionati. Quindi possiamo dire che c’è rimasto un mese di tempo per giocarci il tutto e per tutto". Anche di questo si è parlato giovedì sera in sala consiliare a Castel del Piano, dove il sindaco Michele Bartalini ha incontrato gli operatori della montagna.

“Sono emerse le grandi difficoltà che questa stagione sta facendo registrare – ha detto Michele Bartalini, sindaco di Castel del Piano - . L’assenza di neve influisce negativamente sulle presenze di turisti e sui guadagni". È stato invece un elogio unanime, quello rivolto alla società Isa, che opera sul versante grossetano dell’Amiata. "Nonostante le grandi difficoltà riscontrate – prosegue Bartalini – gli operatori della Isa impianti sono riusciti a innevare una pista del campo scuola de Le Macinaie, garantendo almeno agli sciatori in erba una pista. Questo ha voluto dire creare un po’ di movimento di sciatori e famiglie sulla parte alta della montagna". Questa settimana che sta per finire la sciovia del campo scuola ha permesso di sciare agli studenti delle scuole grossetane. Nel weekend la pista Jolly continua ad essere aperta e sarà a disposizione anche delle due scuole di sci amiatine.

Nicola Ciuffoletti