Un momento della presentazione del secondo radio taxi presente a Grosseto
Un momento della presentazione del secondo radio taxi presente a Grosseto
C’è un nuovo servizio di radio-taxi a Grosseto. Risponde al numero 0564 1643131. Con il fondamentale sostegno di Cna, i cui tecnici hanno studiato forma giuridica e modello economico della nuova realtà, cinque tassisti grossetani si sono messi insieme con il sistema della ‘rete di imprese’ e hanno dato vita al secondo servizio di chiamata a distanza di taxi. Un servizio molto vicino al cittadino perché senza intermediari. Chi ha bisogno di un taxi compone il numero 05641643131 e troverà l’immediata risposta del tassista libero in grado di effettuare il trasporto, senza dover passare per un centralino che gestisce le chiamate dando...

C’è un nuovo servizio di radio-taxi a Grosseto. Risponde al numero 0564 1643131. Con il fondamentale sostegno di Cna, i cui tecnici hanno studiato forma giuridica e modello economico della nuova realtà, cinque tassisti grossetani si sono messi insieme con il sistema della ‘rete di imprese’ e hanno dato vita al secondo servizio di chiamata a distanza di taxi. Un servizio molto vicino al cittadino perché senza intermediari. Chi ha bisogno di un taxi compone il numero 05641643131 e troverà l’immediata risposta del tassista libero in grado di effettuare il trasporto, senza dover passare per un centralino che gestisce le chiamate dando appuntamenti da concordare con i conducenti. A smistare le richieste c’è un’applicazione che in maniera automatica reindirizza le telefonate al primo autista libero in quel momento. ‘Radio taxi Città di Grosseto’ è stato presentato ieri mattina nella sede della Cna, in via Birmania, dal direttore della stessa associazione di categoria, Anna Rita Bramerini, dall’assessore allo sviluppo economico del Comune di Grosseto, Riccardo Ginanneschi, da Simone Pierozzi, tassista e referente di ‘Radio Taxi Città di Grosseto e da Davide Pecci, referente sindacali Fita per Cna Grosseto. "Abbiamo deciso di dare vita al nostro progetto per migliorare il nostro lavoro e per sviluppare la mobilità nella nostra città – ha spiegato Simone Pierozzi - In un periodo così complicato i taxi sono fondamentali per gli spostamenti urbani e possono essere utilizzati anche per incrementare il trasporto pubblico locale". "Grazie a questa nuova organizzazione – ha aggiunto Davide Pecci, referente sindacale Fita per Cna Grosseto - i tassisti grossetani potranno finalmente svolgere la propria professione nel modo più comodo e veloce possibile e ovviamente di questo beneficeranno anche gli utenti che potranno usufruire di un servizio innovativo alla portata di tutti".

L’organizzazione è completamente nuova e utilizza il meccanismo delle reti di impresa, modello di associazione imprenditoriale nato sette anni fa che permette alle aziende di mettere in relazione risorse e conoscenze pur mantenendo la propria identità individuale. "Grosseto è la seconda città in Italia ad utilizzare le reti di impresa per costituire un radiotaxi e di questo siamo molto orgogliosi – ha detto Anna Rita Bramerini, direttore di Cna di Grosseto - I nostri consulenti hanno valutato molte alternative per lo svolgimento di questo servizio, ma questa strada è risultata senz’altro la più vantaggiosa. Il ruolo della nostra associazione deve essere quello di trovare le migliori soluzioni per lo sviluppo delle imprese e di questo lavoro beneficerà tutta la collettività. Le reti di impresa sono un sistema totalmente nuovo e possono essere funzionali a progetti di svariata natura".

Fondamentale in questo percorso anche il supporto del Comune di Grosseto, sempre presente per le iniziative di rilievo della nostra realtà. "Siamo sempre al lavoro per migliorare le attività del nostro Comune – ha dichiarato Riccardo Ginanneschi – e collaboriamo attivamente con associazioni e imprese. Questo progetto va proprio nella direzione di sviluppo dei servizi che la nostra amministrazione ha intrapreso da anni".