di Matteo Alfieri Le Collacchie e il Pingrosso piantano un’altra croce e un altro lenzuolo bianco sulle strade della Maremma. Questa volta a perdere la vita è un giovane maremmano, Riccardo Rossini, 39 anni, di ma residente a Marina. Che lascia la moglie e due figli su quella curva che è davvero maledetta. L’uomo è morto poco dopo essere caduto dal suo scooter, (intorno alle 19 di ieri) proprio su quella parabolica,...

di Matteo Alfieri

Le Collacchie e il Pingrosso piantano un’altra croce e un altro lenzuolo bianco sulle strade della Maremma. Questa volta a perdere la vita è un giovane maremmano, Riccardo Rossini, 39 anni, di ma residente a Marina. Che lascia la moglie e due figli su quella curva che è davvero maledetta. L’uomo è morto poco dopo essere caduto dal suo scooter, (intorno alle 19 di ieri) proprio su quella parabolica, che purtroppo non è la prima volta che risulta fatale a motociclisti o auotomobilisti. Da una prima ricostruzione fatta dagli uomini della Polizia municipale pare che il 39enne sia andato a finire la sua tragica corsa contro un pullman della Tiemme che stava transitando nella corsia opposta.

Il pullman, che proveniva da Castiglione della Pescaia, ha cercato di evitare l’uomo che prima ha sbattuto sul guard rail e poi è finito, dopo essere stato disarcionato dalla sella dello scooter, frontalmente sul grosso mezzo di trasporto.

L’autista, una donna, non ha potuto evitare l’impatto perchè il corpo dell’uomo, che arrivava da , ha colpito violentemente il guard rail in almeno due punti e poi, come un proiettile impazzito, è stato sbalzato nella corsia opposta, colpendo anche il pullman. Una carambola fatale.

L’uomo nell’impatto ha perso anche il casco. Immediati i soccorsi, che sono stati allertati proprio dalle persone che stavano passando in quel momento nella zona con le proprie auto. I medici hanno tentato di rianimare Ricccardo Rossini, ma l’impatto è stato devastante. Era stato allertato anche l’elisoccorso Pegaso, per un trasporto veloce verso Le Scotte di Siena, ma Riccardo Rossini è deceduto poco dopo su quella curva. Diplomato all’Istituto agrario per molto tempo ha lavorato in una cooperativa agricola.

La strada delle Collacchie è rimasta chiusa in entrambe le direzioni per molte ore creando molti problemi al traffico. Gli agenti della Municipale, sul posto insieme ai Vigili del fuoco, hanno infatti deviato, sfruttando le strade alternative, il traffico che stava bloccando che tutte le strade di accesso a Marina di . Il traffico è tornato normale solo dopo alcune ore.