Legambiente e i regali dell’ecoNatale

GROSSETO Nella sede di Legambiente a Rispescia continua la maratona di solidarietà natali...

Legambiente e i regali dell’ecoNatale
Legambiente e i regali dell’ecoNatale

Nella sede di Legambiente a Rispescia continua la maratona di solidarietà natalizia a sostegno delle bambine e dei bambini di Chernobyl. Un appuntamento, quello con l’ecoNatale di Legambiente, attesissimo e molto partecipato. Come da tradizione, nella storica sede di Festambiente è possibile acquistare eco-confezioni di varie tipologie e prezzi piene di cibo buono, sano e sostenibile. Un’iniziativa che da oltre un decennio dona speranza a chi è costretto a subire le conseguenze del fall-out radioattivo del 26 aprile del 1986, quando la centrale di Chernobyl segnò le esistenze di intere generazioni.

"La Bielorussia, come gli altri territori vicini alla centrale di Chernobyl, ancora oggi – dice Angelo Gentili (nella foto) – vive in emergenza. I terreni sono contaminati e, di conseguenza, lo sono il cibo e l’acqua. Il ricavato della campagna natalizia sarà destinato al Progetto Rugiada attraverso il quale, appunto, Legambiente è impegnata nell’assistenza alle popolazioni. Un piccolo gesto che può fare davvero la differenza".

Le confezioni natalizie sono realizzate grazie alla collaborazione con l’Associazione Italiana Scatolifici, "e sono veri e propri scrigni – dice ancra Gentili – di prodotti buoni, sani e sostenibili, dal campo alla tavola".

Le confezioni ancora disponibili possono essere visionate sul sito www.festambiente.iteconatale. Per le prenotazioni è sufficiente scrivere una mail a [email protected] o chiamare il numero 0564487711 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18).