Maradona’s legs di Firas Khoury per la sezione Tiferet; Patchwork di Maria Manero Muro per la sezione Bereshit; ’Better than neil armstrong’ di Alireza Ghasemi per la sezione ’Il Lato Positivo’; ’Quel benedetto giorno della resa dei conti’ di Virginia Bellizzi per la sezione Rasenna: sono i titoli dei cortometraggi vincitori della seconda edizione di Hexagon Film Festival. Sabato sera al...

Maradona’s legs di Firas Khoury per la sezione Tiferet; Patchwork di Maria Manero Muro per la sezione Bereshit; ’Better than neil armstrong’ di Alireza Ghasemi per la sezione ’Il Lato Positivo’; ’Quel benedetto giorno della resa dei conti’ di Virginia Bellizzi per la sezione Rasenna: sono i titoli dei cortometraggi vincitori della seconda edizione di Hexagon Film Festival. Sabato sera al Teatro degli Industri si è svolta la cerimonia di premiazione, che pur con tutte le norme ant-Covid19 ha fatto registrare una grande partecipazione di pubblico.

L’atteso premio per la miglior regia attribuito dal quotidiano La Nazione è andato a Skin di Guy Nattiv, cortometraggio di 20 minuti di produzione statuintense incentrato sul tema del razzismo. Tutto, infatti, è in un supermercato di una cittadina industriale americana, un uomo di colore sorride ad un bambino bianco attraverso il corridoio delle casse. Questo innocuo gesto scatena una spietata guerra tra bande. Il premio de La Nazione è stato attribuito "per aver raccontato una storia drammaticamente attuale, attraverso un linguaggio avvincente e privo di retorica, sostenuto da una regia attenta e impeccabile".

Menzioni speciali sono state assegnate anche ai lavori Sticker di Georgi M. Unkovski; ’Le graffiti’ di Aurelien Laplace; ’Lo schiacciapensieri’ di Domenico Modafferi. Con la premiazione dei cortometraggi vincitori di Hexagon Film Festival si è chiusa anche l’edizione 2020 della ’Città visibile’. "L’obiettivo – confermano il presidente di Fondazione Grosseto Cultura, Giovanni Tombari, e il direttore del Polo culturale Le Clarisse, Mauro Papa – era quello di offrire una manifestazione di assoluta qualità, come sempre all’insegna della partecipazione, senza rinunciare alla sicurezza. Possiamo dire di esserci riusciti in pieno. Abbiamo consolidato antiche collaborazioni e sperimentate di nuove. è stato un successo che speriamo possa ripetersi anche per l’edizione 2021 alla quale abbiamo già iniziato a lavorare".