Forza Italia risale e pensa al voto: "Obiettivo arrivare a 5mila tesserati

Intervista al coordinatore toscano Marco Stella, che fa il punto anche sulle sfide per i Comuni al voto. E su Tomasi alle Regione afferma: "È un nome sicuramente valido e che prenderemo in seria considerazione".

Forza Italia risale e pensa al voto: "Obiettivo arrivare a 5mila tesserati
Forza Italia risale e pensa al voto: "Obiettivo arrivare a 5mila tesserati

Forza Italia punta a chiudere l’anno con 5mila tesserati e si prepara alla sfida delle amministrative. A presentare i dati, ieri, il coordinatore toscano azzurro, Marco Stella. "Abbiamo chiuso la fase del tesseramento regionale con oltre 4mila iscritti – ha detto ieri – ma proseguiremo per tutto dicembre, quando ci saranno le varie cene di Natale. Grazie a queste iniziative, contiamo di arrivare a 5mila iscrizioni, che è l’obiettivo che ci eravamo dati. Avevo ereditato un partito che, a marzo di quest’anno, aveva 522 iscritti, ora siamo a un +776% rispetto a 9 mesi fa. Siamo soddisfatti e orgogliosi, il partito mostra grande vitalità". In arrivo ci sono anche i congressi, provinciali prima e comunali poi.

"Nel fine settimana del 15, 16 e 17 dicembre – ha proseguito Stella - faremo i congressi in tutte le province della Toscana, e poi, entro giugno 2024, ci saranno quelli comunali. Il 9 giugno andranno al voto 183 Comuni ed è importante che la base di Forza Italia scelga ii coordinatori locali. Alcuni congressi saranno unitari, altri probabilmente no. Da parte mia non arriverà mai alcuna indicazione a proposito, nel rispetto della libertà dei territori e della dialettica democratica".

E fra i Comuni che sceglieranno il proprio sindaco, ce ne sono alcuni di particolare peso, Firenze in primis. Qui circola da settimane l’ipotesi del direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt come candidato del centrodestra.

"Da parte nostra non c’è alcuna preclusione – ha detto Stella - è sicuramente all’altezza della sfida. In ogni caso ci sono più candidati in ballo e questo è positivo. Li valuteremo tutti e faremo la scelta insieme agli alleati. Anche dai sondaggi emerge che le coalizioni sono vicine: ci sarà il ballottaggio".

C’è poi la questione del rapporto con Italia Viva.

"Ho sempre detto che a Firenze il centrodestra deve allargare il suo perimetro – ha detto Stella –. So che Schmidt è stato invitato alla festa de ‘Il Riformista’, il cui direttore editoriale è Matteo Renzi. Questo può significare qualcosa? Staremo a vedere". Sul tavolo, tante altre città.

"A Prato abbiamo in ballo due nomi di partito, Cenni di Fratelli d’Italia e la nostra Rita Pieri – ha detto –. Due persone all’altezza della sfida, visto che il futuro sindaco dovrà affrontare un impegno importante: aiutare il distretto industriale a risollevarsi. A Livorno, invece, c’è un candidato civico. In generale, sappiamo che i nomi vanno fatti entro Natale, al massimo entro l’Epifania. Il centrodestra crede in queste sfide e vuole vincere".

Infine lo scenario delle Regionali 2025, per le quali circola da tempo l’ipotesi dell’attuale sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi (Fdi).

"È un nome sicuramente valido e che prenderemo in seria considerazione – ha detto Stella – ma anche Forza Italia avrà i suoi candidati sui quali riflettere insieme agli alleati. Parlarne è comunque prematuro perché le decisioni saranno inevitabilmente influenzate dall’andamento delle comunali".