Ettore Bassi è "Il mercante di luce" e arriva sul palco degli Unanimi

Ettore Bassi è "Il mercante di luce" e arriva sul palco degli Unanimi
Ettore Bassi è "Il mercante di luce" e arriva sul palco degli Unanimi

Domani nel Teatro degli Unanimi va in scena il terzo spettacolo della stagione amiatina.

L’appuntamento, a partire dalle 21.30, è con "Il mercante di luce", con Ettore Bassi.

La cronaca dei giorni di un ragazzo colto e curioso, emozionato e coraggioso e di un padre che con dedizione e amore tenta di spiegare il senso della vita, l’unico che conosce.

Da un romanzo di Roberto Vecchioni, adattato da Ivana Ferri, arriva sul palcoscenico la storia di Stefano Quondam, professore di letteratura greca, che, come un coraggioso ma misconosciuto Don Chisciotte contemporaneo, non ha mai smesso di combattere la sua testarda battaglia contro la stupidità e l’omologazione.

Ettore Bassi veste i panni del docente, che accompagna il figlio adolescente, afflitto dalla malattia, alla scoperta della bellezza racchiusa nei grandi classici. Saranno così Omero, Saffo, Sofocle, Euripide ad illuminare il rapporto tra padre e figlio.

Marzo è il mese che offre più spettacoli. Sempre al teatro degli Unanimi e sempre alle 21.30, sabato 18 Lorenzo Baglioni presenta "Siamo le foto che scartiamo", è uno spettacolo in cui Lorenzo Baglioni si muove con naturalezza e il filo conduttore dello show è quello della comunicazione, tema molto attuale nell’era del web e dei nativi digitali.

"SCalvino o della Libertà" diretto e interpretato da Mario Perrotta è lo spettacolo in programma al Teatro degli Unanimi di Arcidosso martedì 28.

"È il momento di riparlare di libertà – spiega il regista –, di riflettere su quel passaggio delicato e fondamentale in cui la mia libertà diventa la nostra libertà, per provare a rintracciare un nuovo significato condiviso che ci riposizioni, tutti, uno accanto all’altro e non più uno di fronte all’altro o, ancor peggio, uno contro l’altro".