La ragazza scomparsa a Grosseto
La ragazza scomparsa a Grosseto

Grosseto, 2 settembre 2020 - Il pomeriggio del 7 agosto, poco prima di cena, ha indossato un vestito da sera, un paio di scarpe da ginnastica bianche ed è uscita di nascosto alla sua famiglia. Elena Miruna Nemteanu ha 17 anni, è di origine rumena e vive da sempre a Grosseto. E non ha più fatto sapere niente alla sua famiglia che la sta cercando disperatamente. La polizia indaga ma della giovane non c’è traccia. E’ la madre Mihaela, da quel giorno, non si arrende.

«Ci hanno comunicato – dice la madre - che un camionista avrebbe visto mia figlia, qualche giorno fa, in un autogrill a Tavarnelle. Dobbiamo guardare le telecamere per il riconoscimento e spero veramente che sia così».

In questi interminabili giorni non si è ancora data una spiegazione per quello che è accaduto.

«Elena è una ragazza brava, che va a scuola, ha frequentato con successo la seconda dell’istituto Rosmini. Non vorrei che fosse stata ingannata da qualcuno che le ha promesso qualcosa e adesso la tiene nascosta da qualche parte».

Nei giorni scorsi parlò addirittura di rapimento.

«E lo penso anche oggi. Perchè io mia figlia la conosco e so per certo che 25 giorni senza farci sapere dove sta è impossibile. Non ha soldi, documenti e telefono cellulare. Per forza deve essere appoggiata da qualcuno che adesso la tiene nascosta e la obbliga a non farsi sentire da nessuno. Secondo me si è fidata di qualcuno che adesso la tiene con la forza, magari rinchiusa in una casa».

La polizia ha mobilitato tutte le forze a disposizione, anche all’estero.

«Ci hanno chiesto i telefoni per analizzarli. Ieri (oggi ndr.) abbiamo portato il suo computer che usava anche per studiare. Mi hanno detto che ci sono degli sms cancellati e con la tecnologia stanno cercando di recuperarli. I cani molecolari invece hanno perso le sue tracce in via Sardegna. Come se fosse andata lì quella sera e avesse aspettato qualcuno».

C’è il nodo di quel fidanzato che la opprimeva con una gelosia assurda.

«So che aveva una storia con un ragazzo, anche lui di origine rumena – chiude la madre – Ne avevamo parlato qualche giorno prima e le avevo detto che non mi piaceva la relazione morbosa che avevano insieme. Vorrei anche capire qualcosa in più dalle sue amiche. Anche loro non hanno più saputo nulla. Come può essere che nessuna di loro sa niente. Non vorrei che ci sia dietro qualcosa, che ci tengano nascosta la verità».