Contributi dal Comune. Gli aiuti dopo i lavori

Approvata la graduatoria per la ripartizione degli stanziamenti assegnati per gli interventi su edifici di culto e centri civici. Fondo di 50mila euro.

Contributi dal Comune. Gli aiuti dopo i lavori
Contributi dal Comune. Gli aiuti dopo i lavori

È stata approvata la graduatoria per la ripartizione degli oneri di urbanizzazione a favore di edifici di culto e centri civici: gli interventi sono stati finanziati con quasi 50mila euro.

La giunta comunale di Arcidosso ha deliberato l’approvazione della graduatoria dei soggetti ammessi a contributo per la ripartizione degli oneri di urbanizzazione riscossi dall’amministrazione fino al 2022, dando seguito al bando pubblico del novembre 2023 al quale potevano partecipare enti ecclesiastici e organizzazioni del terzo settore per interventi su edifici di culto e centri civici di Arcidosso e frazioni. Il contributo massimo erogabile per singolo progetto è stato fissato in 15mila euro.

Sono risultati quindi beneficiari dei contributi il Circolo tennis Asd Arcidosso, con un importo di 13.500 euro per il cofinanziamento dell’intervento di copertura del nuovo campo da padel, a fronte di un investimento complessivo di 43mila euro. L’associazione Storie d’Amiata Aps per un importo di 7.500 euro per il cofinanziamento dell’acquisto della nuova sede del Museo etnografico "La casa dei Secchi e dei Triachi" a fronte di un investimento complessivo di 110mila euro. Un importo di 2.619 euro è stato riconosciuto alla Proloco di Arcidosso per il cofinanziamento dell’acquisto di attrezzature per iniziative ricreativo-culturali, a fronte di un investimento complessivo di 12mila euro, mentre alla parrocchia San Giovanni Battista di Stribugliano sono stati assegnati 15mila euro per il cofinanziamento del primo stralcio del restauro e risanamento della casa canonica e del campanile, a fronte di un investimento complessivo di 38mila euro. Infine, 8.978 euro per la parrocchia di Sant’Andrea di Arcidosso, la cifra servirà a cofinanziare il restauro del campanile del santuario Madonna Incoronata, a fronte di un investimento complessivo di 25.861 euro.

"Con questi contributi – dichiara il sindaco Jacopo Marini – andiamo a finanziare interventi sia di recupero che di valorizzazione di edifici, strutture e beni che appartengono, direttamente o indirettamente, alla nostra comunità. Andiamo a sostenere la società civile e religiosa che tanto si impegna per mantenere vivo il nostro territorio. Si tratta di fondi vincolati del nostro bilancio, accantonati negli ultimi anni e che contiamo di incrementare e ridistribuire anche nei prossimi anni".