Covid
Covid

Capalbio (Grosseto), 15 febbraio 2021 - Sono risultati tutti negativi gli studenti, i docenti e il personale non docente che si sono sottoposti al test antigenico messo a disposizione del Comune di Capalbio, dopo che un caso positivo Covid in una scuola che aveva fatto temere lo scoppio di un focolaio. «Hanno aderito a questa iniziativa 246 persone tra bambini, ragazzi, insegnanti e personale ausiliario, dimostrando un grande senso di responsabilità e una grande serietà», spiega il vicesindaco Giuseppe Ranieri.

«Lo screening della popolazione scolastica - prosegue -, durato due giornate, è stato reso possibile grazie alla collaborazione di tanti soggetti che ci tengo a ringraziare: l'istituto comprensivo Pietro Aldi di Manciano-Capalbio, il dottor Giorgio Rizzardi, Gino Trabucco, gli infermieri e i volontari del comitato locale Croce rossa italiana di Capalbio e il comitato Cri Costa d'Argento di Orbetello, il personale e i vigili urbani del Comune che si sono resi disponibili, l'associazione La Racchetta e le guardie zoofile dell'Italcaccia».

Tra le persone che hanno effettuato il test antigenico c'è stato anche un caso dubbio di positività che, sottoposto a una nuova verifica, è risultato negativo. «E proprio in attesa di questo ulteriore controllo abbiamo deciso di aspettare a dare comunicazioni», aggiunge Ranieri. «Il sollievo che questa notizia determina in tutti noi non deve, però, farci abbassare la guardia: dobbiamo continuare a rispettare le norme anticovid, a indossare la mascherina, mantenere la distanza interpersonale, lavare e igienizzare costantemente le mani ed evitare tutte le occasioni in cui si possono verificare situazioni a rischio».