Susanna Ceccardi (New Press Photo)
Susanna Ceccardi (New Press Photo)

Firenze, 26 giugno 2020 - Prima uscita di campagna elettorale per le Regionali a Firenze, capoluogo toscano, per l'eurodeputata Susanna Ceccardi della Lega, da pochi giorni candidata ufficiale del centrodestra a governatore della Toscana. «Io non ho mai corso per partecipare io ho sempre corso per vincere - ha detto Ceccardi in piazza Duomo - ed è chiaro che siamo Davide contro Golia, ma la storia, la mitologia, la Bibbia raccontano che a volte i Davide vincono». Ceccardi ha parlato delle Regionali in Toscana come della «battaglia più difficile della mia storia politica, ma la faccio con tanto entusiasmo e comunque vada sarà un bellissimo viaggio in Toscana di 90 giorni». L'ex sindaco leghista di Cascina confida sul fatto che «questo buco rosso, come si vede nelle cartine dei sondaggisti, possa piano piano cambiare colore. Io sono per parlare, per fare vedere che non siamo né brutti, né cattivi, né fascisti, né razzisti, né invotabili». Parlando poi del suo principale avversario, Eugenio Giani, Ceccardi ha detto: «Lui »dice di sì a tutti, non gli ho mai sentito prendere una posizione divisiva. Io sono divisiva perché dico come la penso, gli facciano anche pò di domande scomode al signor Giani. Gli chiedano cosa pensa delle questioni specifiche«. Per la candidata »sorridere, andare a tagliare i nastri, dire che siamo tutti amici e raccontare« aneddoti storici »siamo buoni tutti soprattutto le guide turistiche, ma lui non deve fare la guida turistica, deve prendere delle posizioni«.