Una veduta della campagna Toscana – Foto: Mauro Martignoni/LaPresse
Una veduta della campagna Toscana – Foto: Mauro Martignoni/LaPresse

Firenze, 12 luglio 2021 – La campagna tra le mete preferite dei turisti. Per la precisione, è la seconda dopo il mare “per effetto dell’emergenza sanitaria che ha fatto cambiare i programmi di una fetta consistente della popolazione nazionale”. Lo dice Coldiretti Toscana, sulla base dei dati dell’indagine Demoskopika.

In particolare, quasi uno straniero su dieci in arrivo in Italia e in Toscana sceglierà la vacanza green, in campagna e in agriturismo. Stessa meta per il 17 per cento degli italiani, che possono sceglliere tra i 4.500 agriturismi in Toscana. La provincia che ne conta di più è Siena, con 1.150 aziende, seguita da Grosseto, con 960, e Firenze con 600. I posti letto dell'agriturismo toscano contano 31mila camere e 700 piazzole.

«Alla giunta regionale della Toscana e alla vicepresidente Saccardi con delega all'agroalimentare va il nostro plauso – afferma Fabrizio Filippi, presidente di Coldiretti Toscana – per l'approvazione della modifica del regolamento di attuazione della legge regionale che disciplina attività agrituristiche, fattorie didattiche e enoturismo in Toscana». «Le modifiche relative proprio all'agricampeggio ed al glamping (ovvero i campeggi di lusso, ndr) – prosegue Filippi – aprono nuovi scenari proprio rispetto ai mezzi di soggiorno autonomo che possono essere utilizzati nell'ambito agrituristico nelle piazzole attrezzate, fornendo nuove prospettive di crescita ai nostri agriturismi, primo tutori dell'ambiente, della sostenibilità e del turismo all'aria aperta».