Sergio Staino
Sergio Staino

Firenze, 16 luglio 2021 - Spesso è proprio la poesia lo strumento privilegiato da parte di chi non vede: un modo per esprimere i propri sentimenti. Nasce da questo presupposto il premio regionale di poesia ‘Giglio Poetico 2021’, organizzato dal circolo ricreativo e culturale Gino Baragli dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Firenze. Il premio è aperto a tutti: nasce infatti con l’intento di offrire visibilità all’opera dei disabili visivi attraverso il confronto paritario coi normodotati, mettendo in risalto la capacità di integrarsi da parte di chi non vede o vede pochissimo. La giuria sarà presieduta da Sergio Staino.

Il premio 'Giglio poetico’ è dedicato a Giancarlo Guerri, professore di lettere, poeta ed ex assessore di Vinci che, quando era presidente del circolo Baragli, ha dato vita al concorso di poesia nazionale ‘Iris di Firenze’. “Vogliamo ricordare il nostro compianto Guerri ripartendo proprio dalla poesia, che lui amava così tanto”, afferma l’attuale presidente del circolo, Sonia Caputo. “L’Uic di Firenze - le parole del presidente dell’associazione, Niccolò Zeppi, - è lieta ed orgogliosa di poter riprendere in collaborazione con il circolo Baragli il concorso letterario che ha sempre contraddistinto negli ultimi anni la sua attività grazie alle immense doti umane e professionali del professor Giancarlo Guerri, al cui ricordo è dedicata questa prima edizione”.

Il premio è articolato in un’unica sezione di poesia a tema libero. Possono partecipare tutti i maggiorenni, inviando una o due composizioni inedite all’indirizzo email premiodipoesia@uicifirenze.it. Sul sito www.uicifirenze.it è possibile scaricare il bando di concorso e in particolare la scheda di iscrizione che è necessario inviare, in allegato, sempre via mail. Iscrizioni fino al 15 ottobre 2021.

Tre i premi previsti: il primo di 500 euro (con targa ricordo), il secondo 300 euro e il terzo 150. La premiazione si terrà il prossimo 18 dicembre al circolo Baragli, in via Cocchi 17.