Firenze, il Piccolo Coro Melograno in prima assoluta nella Basilica di Santa Croce

Il 17 dicembre con “Echi d’infinito”, concerto di Natale a ingresso libero

Piccolo Coro Melograno

Piccolo Coro Melograno

Firenze, 14 dicembre 2023 - Il 17 dicembre nella basilica di Santa Croce a Firenze il Piccolo Coro Melograno farà qualcosa di eccezionale, una “prima” assoluta che nasce sotto l’egida del Maestro Siro Merlo, direttore artistico dell’Associazione Forme Sonore. Nel contesto del tradizionale concerto di Natale voluto dai Frati Francescani conventuali della Basilica di Santa Croce, insieme all’Associazione Civiltà di vita,  intonerà per la prima volta il brano “Echi d’infinito”, già portato da Antonella Ruggiero nel Sanremo del 2015, ma oggi rivisitato in una versione per coro di bambini e pianoforte dallo stesso maestro Merlo. “Ho “cucito” il brano attorno alle caratteristiche del Piccolo Coro Melograno di Firenze – scrive lui stesso -, seguendo la descrizione della direttrice di questa corale, il Maestro Laura Bartoli”. L’idea è nata un paio di mesi fa da una conversazione telefonica tra i due direttori. “Stavamo analizzando varie canzoni appartenenti al repertorio pop “adulto”, ma adatte, sia nel testo che nella musica, anche ai bambini” racconta ancora il Maestro Merlo. L’attenzione è caduta proprio su “Echi d’infinito” che adesso è pronto per la sua “prima” alle 19 nella Basilica di Santa Croce alla presenza del direttore artistico dell’associazione “Forme Sonore”. “Ogni volta che un coro comincia a cantare dopo un preciso gesto del direttore provo meraviglia e stupore. C’è qualcosa di magico in quell’energia sconosciuta che, partendo dalle mani del direttore di coro, arriva ai coristi plasmandone le voci” scrive Merlo che ammette di dividere i direttori in due categorie: “Quelli che preferiscono essere supportati da una base strumentale e quelli che scelgono di esibirsi con un accompagnamento musicale dal vivo o addirittura “a cappella”. I primi decidono di concentrarsi sull’espressività garantendosi un supporto sicuro per ciò che riguarda il ritmo e il riferimento per l’intonazione. I secondi vogliono gestire direttamente il flusso della Musica in ogni suo particolare (espressività, ritmo e intonazione). Per usare una metafora circense potrei dire che i secondi, a differenza dei primi, sono come acrobati che scelgono di esibirsi… senza rete”. E come esempio di “senza rete” annovera proprio Laura Bartoli, conosciuta qualche anno fa. Il Concerto di Natale del Piccolo Coro Melograno alla Basilica di Santa Croce sarà domenica 17 dicembre alle 19 diretto da Laura Bartoli e accompagnato al pianoforte da Chiara Piccioli. All’interno del ricco e vario repertorio musicale della corale, sarà eseguito per la prima volta “Echi d’infinito” con l’arrangiamento del maestro Siro Merlo per il progetto “Fare Coro…senza rete” da un’idea dei Maestri Sabrina Simoni e Merlo con l’associazione Forme Sonore. L’ingresso è libero.

Maurizio Costanzo

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro