Il pianista Rudolf Buchbinder
Il pianista Rudolf Buchbinder
Il maestro Zubin Metha riprende il podio per dirigere l’Orchestra del Maggio Musicale. L’occasione è un concerto che sarà registrato domani e successivamente trasmesso in streaming: con lui il pianista Rudolf Buchbinder. In programma una prima esecuzione assoluta di una partitura di Fabio Vacchi e tre composizioni mozartiane: l’Ouverture da Le nozze di Figaro, il Concerto in re minore K. 466 per pianoforte e...

Il maestro Zubin Metha riprende il podio per dirigere l’Orchestra del Maggio Musicale. L’occasione è un concerto che sarà registrato domani e successivamente trasmesso in streaming: con lui il pianista Rudolf Buchbinder. In programma una prima esecuzione assoluta di una partitura di Fabio Vacchi e tre composizioni mozartiane: l’Ouverture da Le nozze di Figaro, il Concerto in re minore K. 466 per pianoforte e orchestra e la Sinfonia n. 40 in sol minore K. 550.

Il ritorno di Metha arriva dopo altri appuntamenti che l’hanno visto protagonista con grandi riscontri: il concerto sinfonico corale La Creazione di Haydn, l’Otello verdiano dello scorso novembre e il concerto ‘fuori programma’ che proseguiva il ciclo delle sinfonie schubertiane iniziato la scorsa estate (registrato ai primi di febbraio e ancora visibile in streaming sul sito della Fondazione fino all’11 marzo dove ha collezionato già più di 10mila visualizzazioni). Il concerto di domani era fra l’altro previsto in abbonamento alla Stagione sinfonica 2021 nello stesso giorno in cui verrà ora registrato: vista l’emergenza sanitaria non sarà chiaramente possibile organizzarlo in presenza ma il Maggio ha deciso di eseguire comunque il programma per registrarlo e trasmetterlo poi in streaming. Di conseguenza il Teatro rimborserà, fino al 30 marzo, chi aveva acquistato i biglietti: sul sito www.maggiofiorentino.com le istruzioni per ottenere il rimborso.

Ad aprire il concerto sarà una commissione del Maggio al compositore Fabio Vacchi, legata a Nelson Mandela e in prima assoluta e che fa parte del progetto "Nuove musiche per questo tempo" sostenuto da Enel: Beethoven e la primavera ritrovata. Nel mese di marzo sono previste anche le registrazioni - che verranno trasmesse successivamente – di altri tre concerti sinfonici: di sir Eliot Gardiner il 9 marzo, Manfred Honeck il 21 marzo e Zubin Mehta il 27 marzo con la violinista Vilde Frang e infine il 28 marzo, l’opera Così fan tutte, di Wolfgang Amadeus Mozart, diretta da Zubin Mehta nel nuovo allestimento con la regia di Sven-Erich Bechtolf.

Sandra Nistri