Un'aula di tribunale (Foto d'archivio)
Un'aula di tribunale (Foto d'archivio)

Firenze, 27 ottobre 2020 - Tentata violenza sessuale. Con questa accusa un 64enne è stato condannato in rito abbreviato a Firenze a un anno di reclusione. L'uomo è accusato di aver aggredito una donna dopo averla fatta entrare con una scusa nel minivan delle ditta di trasporti di cui era dipendente.

La sua ditta offre un servizio privato di accompagnamento di bambini a scuola. L'aggressione, dell'ottobre del 2019, si sarebbe verificata nel parcheggio di un istituto scolastico dove l'uomo aveva appuntamento con la mamma di un bambino, che lo aveva contattato dicendosi interessata a usufruire del servizio di accompagnamento a scuola per il figlio. In base alle indagini, coordinate dal pm Giacomo Pestelli, il 64enne l'avrebbe fatta salire nel van col pretesto di definire il costo del servizio.