Valorizzazione dei beni culturali . La ricerca incontra l’industria

Il Gamps presente alla conferenza Heri Tech con studiosi di tutto il mondo alla mostra dell’artigianato.

Valorizzazione dei beni culturali . La ricerca incontra l’industria

Valorizzazione dei beni culturali . La ricerca incontra l’industria

Gamps, fortissimamente Gamps. Il museo dei fossili e minerali di Badia a Settimo è una realtà sempre più affermata grazie alle iniziative che l’associazione di volontariato sta portando avanti sia nell’area espositiva, sia all’esterno. L’ultimo impegno è stato in occasione per la Mostra dell’artigianato in corso alla Fortezza da Basso. Il presidente Simone Casati e i volontari del Gamps hanno preso parte alla conferenza internazionale Florence Heri-Tech, che ha coinvolto un gran numero di ricercatori da tutto il mondo. La conferenza, che si è inserita nell’ambito della biennale internazionale dell’arte e del restauro di Firenze, ha voluto creare crea un’occasione unica per far incontrare il mondo accademico con l’industria in modo da porre l’attenzione sui temi legati alle tecnologie innovative per i beni culturali. "Il Gamps – ha detto Casati – è stato presente con due importanti relazioni di ricerca sui temi sviluppati in collaborazione con Cnr-Ifac e Università di Pisa, sull’utilizzo di tecnologie quali la microTC e l’intelligenza artificiale per lo studio di reperti paleontologici, ma anche di tecnologie per la virtualizzazione museale grazie alla collaborazione con Eli Media Drone". Intanto sul fronte del museo, c’è un’apertura straordinaria, fissata per oggi dalle 15. "Le previsioni meteo – dicono i volontari – non sono buone, quindi abbiamo previsto il laboratorio didattico all’interno del museo. Vi aspettiamo numerosi come sempre". Il museo di Badia ha reperti di assoluto interesse sia storico che didattico.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro