Un gioiello artistico come la Pieve romanica di Sant’Andrea ma anche scorci ambientali, percorsi naturalistici e sportivi e prodotti di eccellenza come l’olio. Eppure l’area collinare di Cercina non è ancora conosciuta e sfruttata appieno. Proprio per cercare di valorizzare una zona dalle tante potenzialità, Comune di Sesto e Pro Loco hanno predisposto un progetto articolato che vedrà un primo tassello, oggi, con un seminario di studio dal titolo "Cercina valorizzazione e promozione turistica di un territorio da scoprire".

"In questa prima tappa – spiega Alessandro Baldi presidente della Pro Loco – abbiamo coinvolto le realtà del territorio di Cercina, le strutture ricettive presenti e anche una serie di associazioni con cui ci confronteremo per comprendere come quest’area possa essere valorizzata dal punto di vista turistico".

L’iniziativa sarà online, dalle 16,30 alle 19, sul canale Youtube della Pro Loco e del Comune con Sestotv che seguirà la parte tecnica.

Tra i relatori anche il sindaco Lorenzo Falchi, il parroco di Sant’Andrea a Cercina don Stefano Naldoni e il direttore scientifico Centro studi turistici di Firenze Alessandro Tortelli.

S.N.