Un giardino dove trionfa l’umanità

Ceccuti

Non è un service dedicato solamente ai detenuti del Carcere di Sollicciano quello pensato dal Rotary Club Firenze Brunelleschi, che proprio in questi giorni ha completato l’intervento di riqualificazione del "Giardino degli incontri" interno alla struttura. A beneficiarne sarà infatti l’intera famiglia dei detenuti, in particolar modo i bambini, che potranno incontrare i propri cari in un contesto verde e gradevole.

"Il recupero del Giardino degli incontri – ha spiegato Alfredo Meletti, presidente del Rotary Brunelleschi -, progettato dall’architetto Michelucci, come pure l’annessa sala degli incontri, è avvenuto grazie alla collaborazione con la Fondazione Michelucci che, insieme all’architetto Cesare Bozzalla Canaletto, ha curato la risistemazione degli spazi all’aperto. In realtà – puntualizza il presidente – parliamo di un progetto nato tra il 2014-2015, quando a vestire i panni della presidenza del nostro Club era Alfredo Ingenito, che organizzò varie iniziative di raccolta fondi per poterlo portare a compimento, riuscendo a raccogliere la ragguardevole cifra di circa 50.000 euro. La consegna di questo service – conclude Meletti –, particolarmente caro a tutti noi, è stata intitolata alla memoria dell’Avvocato Fabrizio Ariani, cui è dedicata una targa ora apposta nel giardino." Alla cerimonia erano presenti la direttrice della Casa di Sollicciano Antonella Tuoni, l’architetto Andrea Aleardi della Fondazione Michelucci, il presidente dell’Ordine degli Avvocati Sergio Paparo e il segretario dell’ordine Cosimo Papini, oltre ad una rappresentanza di detenuti e agli studenti dell’Istituto Alberghiero Saffi di Firenze, che per l’occasione hanno preparato insieme ai detenuti un delizioso buffet.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro