Turismo, Firenze corre più di tutti

Firenze è la città italiana che ha registrato il maggior aumento di presenze turistiche, superando anche le città straniere come Londra e Parigi. Gli alberghi italiani hanno avuto un aumento del 12% rispetto al 2022. Tuttavia, il settore turistico dovrà affrontare sfide complesse in un contesto di competitività internazionale sempre più serrato.

Non è certo una novità che il turismo in città – specie dopo la pandemia – stia girando a mille. Ma dagli ultimi dati forniti nella giornata inaugurale della Borsa Internazionale del Turismo in corso a Milano emerge che non solo Firenze corre più delle altri città italiane, ma non ha rivali neanche all’estero. Nel corso dell’evento è infatti emerso che nell’ultimo anno Firenze, Milano e Roma hanno ottenuto un aumento di presenze rispettivamente del 14%, 13% e 10%, con performance quindi superiori ad altre città europee, come Londra (+9%) e Parigi (+4%). Gli alberghi in Italia, nel complesso, hanno registrato un 12% di presenze in più rispetto al 2022, contro una media europea che si ’ferma’ all’8%. "I buoni risultati raggiunti confermano l’innegabile attrattività delle nostre destinazioni specie agli occhi dei turisti stranieri e l’attenzione verso l’offerta alberghiera che si conferma tra le soluzioni preferite dai viaggiatori internazionali", ha detto Maria Carmela Colaiacovo, presidente dell’ Associazione Italiana Confindustria Alberghi. "Ma non possiamo dare per scontato il risultato per i prossimi anni - ha aggiunto Colaiacovo - perchè il settore ha davanti sfide complesse in un quadro di competitività internazionale sempre più serrato".