Firenze, 6 dicembre 2019 - Sono 78 i tralicci che nella zona di Firenze verranno tolti secondo il piano messo in atto da Terna e Comune di Firenze. Il piano di interventi è stato presentato dal sindaco Dario Nardella e dall'Ad di Terna Luigi Ferraris. Un piano per una maggiore sicurezza, efficienza e sostenibilità della rete elettrica. Un piano da 19 milioni di euro fino al 2023.

Un piano per tutelare anche il paesaggio. A fronte della realizzazione di circa 15 km di nuove linee in cavo interrato, sarà infatti possibile demolire circa 20 km di vecchi elettrodotti e 78 tralicci, restituendo così territorio libero da infrastrutture elettriche. Una volta conclusi gli interventi, Terna potrà anche rendere disponibile circa 11 km di infrastrutture elettriche predisposte per la posa di fibra ottica da utilizzare nell’ambito dei progetti di cablatura in corso nel capoluogo toscano.

Tra i principali interventi: il nuovo tratto interrato linea 132 kV Cabina Primaria Cascine del Riccio – Cabina Primaria Rifredi; il nuovo tratto interrato linea 132 kV Cabina Primaria San Lorenzo a Greve - Peretola; la Variante linea 132 kV Stazione Elettrica Casellina – Cabina Primaria Cascine; il Nuovo tratto interrato linea 132 kV Stazione Elettrica Tavarnuzze - San Lorenzo a Greve. 

Per la realizzazione degli interventi previsti, il Comune di Firenze e Terna hanno attivato le più avanzate modalità di collaborazione che porteranno a una stretta e piena partecipazione delle Istituzioni locali e della popolazione nella definizione delle azioni sul territorio. Infine, Terna e il Comune di Firenze studieranno congiuntamente interventi di mobilità sostenibile attraverso lo sviluppo di progetti per l’elettrificazione del trasporto pubblico o provato.