Studenti fragili, l’ateneo in campo. Nel 2023 aiutati 406 giovani. I numeri dello sportello ad hoc

L'Università di Firenze offre servizi di supporto per studenti in situazioni di fragilità o svantaggi sociali, come disturbi dell'apprendimento, disabilità, detenzione e transizione di genere. Nel 2023, 406 studenti si sono rivolti allo sportello di 'Unifi Include' per ricevere consulenza e orientamento.

L’Università di Firenze promuove servizi per l’inclusione e l’accoglienza di studenti in situazioni di fragilità o svantaggi sociali. Si tratta di un impegno concreto per offrire supporto a situazioni o condizioni che possono creare delle difficoltà per lo sviluppo del percorso universitario. Nel 2023, a partire dai disturbi dell’apprendimento o della disabilità, sono state 406 gli studenti che si sono rivolti allo sportello di ’Unifi Include’ ricevendo,per esempio, supporto per lo studio, consulenza e orientamento. I servizi per l’inclusione hanno seguito 73 studenti in stato di detenzione, di cui 21 matricole, all’interno del Polo Universitario Penitenziario (soprattutto in riferimento alla casa circondariale della Dogaia a Prato). Inoltre, lo sportello, supporta anche gli studenti provenienti da Paesi al di fuori dell’Unione europea e ha seguito anche 26 carriere alias, richieste da studenti e studentesse in transizione di genere.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro