Firenze capitale dei single
Firenze capitale dei single

Firenze, 19 gennaio 2019 -  A Firenze, capitale dei single italiana (forse se la gioca solo con Milano) l’amore, quello con la A maiuscola. Ma la A sta per agenzia matrimoniale. Un tempo era un complimento o uno sguardo fugace per strada, un mazzo di fiori o una cena a casa di amici a far scoccare il colpo di fulmine.

Oggi ci sono i professionisti dell’amore, veri e propri esperti che fanno i ‘Cupido’ di mestiere e ti aiutano a incontrare le persone affini sperando che possa nascere qualcosa di duraturo. Una popolazione spesso delusa ma nonostante tutto fiduciosa. Sono loro, single, vedovi, separati, fiorentini di tutte le età, che si rivolgono agli uffici per cuori solitari, le cosiddette agenzie matrimoniali, per una consulenza: basta iscriversi, compilare un profilo e nel giro di pochi giorni arriva il primo incontro.

Attività che resistono nonostante la concorrenza dei siti internet e delle app spuntati come funghi negli ultimi anni. Secondo i dati della Camera di Commercio di Firenze erano 17 nel 2000 oggi ne sono 9.

Anche noi abbiamo tentato la sorte fingendoci clienti. Tacco a spillo, rossetto rosso, una professionista di 34 anni senza tempo per cercare un fidanzato. Ma tanti interessi: libri, politica, palestra, nuoto. Mettiamo subito in chiaro che cerchiamo un ragazzo più o meno coetaneo, bell’aspetto e affermato sul lavoro. Pensiamo: «Figuriamoci se un trentenne è iscritto a un’agenzia matrimoniale». E invece: «Tra i nostri iscritti ci sono persone che vanno dai 30 ai 75 anni. Persone semplici ma anche professionisti». Ad accoglierci è Filippo titolare dell’agenzia Amarsi Per Sempre da 19 anni in Borgo Ognissanti, leader per conoscenze, amicizie e unioni felici realizzate. «Non siamo venditori ma essere umani, cerchiamo di capire prima di tutto le persone. E’ questo l’elemento che ci contraddistingue dai siti internet. Noi assicuriamo riservatezza, professionalità e serietà: siamo regolarmente iscritti in Questura. E non vogliamo illudere le persone, mettiamo subito in chiaro che non possiamo garantire che chi si rivolge a noi potrà trovare l’anima gemella al 100% ma tante coppie sono nate qui» sottolinea Filippo.

Come funziona? «Ai nostri clienti - prosegue - garantiamo un numero di incontri sperando che possano trovare la persona giusta. È un’opportunità in più che un uomo e una donna si danno per cercare l’anima gemella, in questo periodo dove c’è tanta diffidenza e si fa anche fatica a fare conoscenze per mancanza di tempo o lavori troppo impegnativi». Il database parla chiaro: a differenza di quanto si possa pensare, non è un servizio per anziani o per quelli che nell’immaginario comune classifichiamo come ‘sfigati’. «Abbiamo medici – sottolinea – avvocati, bancari. Tutte persone per bene, dai 30 ai 70 anni anche se la fascia più numerosa va dai 45 ai 65 anni. Certo, la maggior parte esce da una delusione o da un matrimonio fallito ma è salita la percentuale di giovani. Magari ragazzi che nelle discoteche non trovano la persona per poter costruire qualcosa di più stabile». Al primo incontro un velo d’imbarazzo c’è sempre ma poi il ghiaccio si scioglie… «Ci sono coppie - conclude Filippo - che si sono conosciute grazie a noi e che hanno fatto il grande passo».