Scontri a Pisa e a Firenze, il capo della polizia: “Faremo verifiche su quanto accaduto”

Vittorio Pisani al Tg1: “Poste in essere iniziative che dovranno essere verificate con severità e trasparenza”

Vittorio Pisani, capo della polizia (foto Ansa)

Vittorio Pisani, capo della polizia (foto Ansa)

Firenze, 24 febbraio 2024 – Verificare “con severità e trasparenza” quanto accaduto nella giornata di ieri, 23 febbraio, durante i cortei di Pisa e Firenze, dove alcuni studenti sono stati presi a manganellate dalla polizia. Lo dice il capo della Polizia Vittorio Pisani, intervenuto ai microfoni del Tg1.

"Purtroppo ieri durante i servizi di ordine pubblico a Firenze e a Pisa i nostri operatori hanno posto in essere delle iniziative che dovranno essere analizzate singolarmente e verificate con severità e trasparenza. Quando le manifestazioni non sono preavvisate o non vengono condivise con la questura, possono verificarsi dei momenti di criticità però questi momenti di criticità non possono essere una giustificazione", ha detto Pisani.

"Va precisato – ha aggiunto – che le iniziative e le decisioni che vengono adottate in sede locale sui servizi di ordine pubblico non sono determinate da direttive politiche. La Polizia di Stato è la polizia di un paese democratico e noi abbiamo il dovere di garantire innanzitutto la manifestazione del dissenso, ma questa manifestazione deve avvenire pacificamente, isolando i violenti rispettando anche le prescrizioni dell'autorità"

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro