Ruba vestiario dopo aver spintonato un addetto

Momenti di tensione ai Gigli. Intervengono i carabinieri. Arrestato un ventiquattrenne.

Ha aggredito un addetto alla sicurezza per rubare alcuni capi d’abbigliamento dai banchi in esposizione. Per questo, martedì sera, una pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Signa ha arrestato in flagranza di reato un senegalese di 24 anni, accusato di rapina impropria. L’episodio è avvenuto all’interno del centro commerciale “I Gigli“ di Campi Bisenzio dove, secondo le prime ricostruzioni dei fatti, il personale addetto alla vigilanza ha sorpreso l’uomo mentre prendeva alcuni vestiti in esposizione per poi cercare di allontanarsi e di uscire dal negozio senza pagarli, prima di scappare di corsa. Inseguito proprio dal personale di sorveglianza del punto vendita, il giovane africano è stato bloccato nel parcheggio del centro commerciale. Qui, in suo supporto, sarebbe intervenuta anche la fidanzata, che lo attendeva all’esterno e che avrebbe tentato di favorirne la fuga, cercando di mettersi di traverso agli inseguitori e far guadagnare tempo al ragazzo.

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Signa di Signa sono comunque riusciti a bloccarlo, anche grazie all’intervento di quattro agenti in prova della Questura di Prato, al momento liberi dal servizio e che avevano assistito alla scena, non restando passivi di fronte a quanto stava accadendo. Alla fine, il ventiquattrenne è stato arrestato e accompagnato nel carcere di Sollicciano, a Firenze, dove è a disposizione dell’autorità giudiziaria. La fidanzata invece è stata nel frattempo denunciata in stato di libertà con l’accusa di favoreggiamento personale.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro