Firenze, 7 agosto 2019 - "Mi è arrivata una richiesta di risarcimento danni da più di 5 milioni di euro dalla Regione Toscana e dalla Città metropolitana di Firenze per danno di immagine. Questa richiesta metterebbe in crisi l'attività produttiva della azienda, quindi di tutti i dipendenti, e non darebbe la possibilità di risarcire le vittime, che è uno dei motivi del commissariamento".

Lo fa sapere Jacopo Marzetti, commissario governativo de 'Il Forteto', la comunità per minori disagiati a Vicchio finita al centro di processi per maltrattamenti e violenze, e neo membro della Squadra speciale di giustizia per la protezione dei minori istituita dal ministero della Giustizia.

"Ci tengo ad avvisare di questa situazione molto particolare - prosegue Marzetti parlando con l'agenzia Dire - cioè che dopo quarant'anni in cui nessun organo istituzionale ha denunciato i fatti che accadevano, nonostante le sentenze di condanna sia europee sia italiane, nonostante sia venuto il ministro a chiedere scusa per gli orrori che si sono compiuti, e nonostante la Commissione d'inchiesta nazionale, che entrerà in vigore a breve e nonostante i drammatici fatti di Bibbiano, ora arriva pure questa richiesta di risarcimento. È assurdo".