Firenze, 29 settembre 2019 - Due ragazzi di nazionalità belga sono stati trovati morti in un hotel del centro di Firenze, in piazza Santa Maria Novella. Tragedia nel pomeriggio di domenica. Sui loro corpi non ci sarebbero segni di violenza. In attesa di risposte dall'autopsia e dagli esami tossicologici, che verranno eseguiti nell'istituto di medicina legale di Firenze, prende consistenza l'ipotesi che a causare la morte dei due giovani possa essere stato un mix a base di alcol e del potente analgesico.

Uno dei due fratelli avrebbe acquistato due confezioni, da 28 pastiglie ciascuna, di un farmaco analgesico a base di ossicodone, un oppioide dagli effetti paragonabili a quelli della morfina, per sedare il dolore conseguente a un intervento chirurgico a un braccio. All'interno della camera dell'hotel Minerva, infatti, sarebbe stato rinvenuto lo scontrino del medicinale acquistato, insieme alle confezioni del farmaco - una delle scatole era completamente vuota, mentre dall'altra mancavano 14 pasticche -, bottiglie vuote di vino e birra. Il farmacista, che avrebbe venduto senza ricetta il medicinale al ragazzo, sarebbe finito ora sul registro degli indagati con l'ipotesi di omicidio colposo nell'ambito dell'inchiesta condotta dal pm Giacomo Pestelli.

A trovare i due corpi nella stanza è stato il padre dei due, di ritorno da un giro. I due ragazzi, Robbe e Dries De Ceuster, avevano 20 e 26 anni. Il primo era nato a Geel, il secondo a Herentals. Il genitore soggiornava in un'altra stanza dello stesso hotel. Immediato l'allarme, ma ogni tentativo di rianimazione si è rivelato vano. Nella mattina di domenica il padre, secondo quanto si apprende, avrebbe bussato alla camera dei giovani constatando che stavano dormendo. Poi nel pomeriggio lo stesso genitore, andando a cercarli di nuovo, li ha trovati morti e ha dato l'allarme. Dalle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza interna ed esterna dell'hotel e della zona di piazza Santa Maria Novella e i quattro turisti belgi avrebbero cenato tutti insieme sabato sera e sarebbero rientrati in albergo intorno alle 22,30. I due fratelli potrebbero essere usciti poco dopo per procurarsi i farmaci analgesici.

Gli accertamenti sono della polizia, intervenuta anche con la sezione Scientifica. Gli agenti hanno ascoltato il padre dei due ragazzi, figli di due donne diverse, e la compagna di quest'ultimo, che non è madre di nessuno dei due giovani. Sui cui corpi è stata disposta l'autopsia con anche un esame tossicologico.