Pulizia strade Tornano le sanzioni. Multe a chi lascia l’auto in sosta

Finisce la fase di rodaggio del nuovo sistema di spazzamento. Ora chi ostacola il lavoro dovrà pagare

Pulizia strade Tornano le sanzioni. Multe a chi lascia l’auto in sosta

Pulizia strade Tornano le sanzioni. Multe a chi lascia l’auto in sosta

Tra agosto e settembre per le strade di Bagno a Ripoli è stato totalmente rivoluzionato il piano di spazzamento: son cambiati i giorni e gli orari di pulizia di 63 vie del capoluogo e 210 delle frazioni con nuove zone sottoposte al servizio di igienizzazione da parte di Comune e Alia. Nelle aree ad alta fruizione la frequenza è settimanale e per lo più notturna; per quelle a medio e basso impatto, la periodicità è a frequenza quindicinale, scelta che ha permesso di allargare l’area sottoposta a pulizia pubblica. Il nuovo sistema è partito con una fase di rodaggio durante la quale, per far abituare i cittadini alla novità, non sono state elevate multe, ma con la preghiera ai cittadini di togliere comunque la macchina dalle strade coinvolte per contribuire a decoro e igiene. Molti lo hanno fatto, alcuni no.

Ora a 4 mesi dall’inizio del nuovo piano spazzamento, non si fanno più sconti: partono le sanzioni. Con il mese di gennaio, essendo finito tutto l’iter burocratico e appunto la fase di rodaggio avviata a settembre, rientra nel vivo l’attività di monitoraggio degli agenti della polizia municipale.

Chi lascia la propria auto nelle strade coinvolte dallo spazzamento e dunque impedisce una corretta opera da parte degli addetti, sarà multato. Nessuna volontà di fare cassa, sottolinea l’amministrazione comunale, ma solo la necessità di effettuare al meglio il servizio di pulizia pubblica, obbligando chi non lo fa a togliere la propria auto. "Confidiamo nel senso civico e nella collaborazione della nostra cittadinanza a vantaggio di tutta la collettività".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro