"Sono partiti a Fucecchio i lavori per la realizzazione del cosiddetto progetto Tubone, un’opera che migliorerà l’ambiente del Padule convogliando le acque reflue dalla Valdinievole fino al depuratore di Santa Croce sull’Arno, passando dal depuratore di Fucecchio". Lo ha annunciato il sindaco Alessio Spinelli (nella foto), tornando ad accendere i riflettori sul progetto del maxi-collettore fognario che, una volta a regime, convoglierà i reflui che arrivano al depuratore di Pieve a Nievole al depuratore di Aquarno.

Gli obiettivi che vogliono perseguire Acque spa, Regione, Autorità idrica toscana, Consorzio di bonifica 4 Basso Valdarno e Comuni, sono molteplici. Dal riorganizzare lo schema depurativo della Valdinievole e del Basso Valdarno, adeguando e razionalizzando il sistema fognario anche tramite la ‘trasformazione’ degli attuali depuratori, a creare una infrastruttura-modello, intervallata da nuove stazioni di sollevamento, per garantire standard di qualità e quantità ancora più importanti. E poi ancora migliorare il ‘secondo tempo’ del servizio, diminuire l’impatto ambientale dei reflui e proteggere il Padule di Fucecchio mantenendone il deflusso minimo vitale in estate.