Indaga la polizia
Indaga la polizia

Firenze, 7 ottobre 2019 - E' stato spinto a terra e colpito con una raffica di calci in faccia, fino a quando non è svenuto. È accaduto a un 31enne inglese che si trovava in vacanza con amici a Firenze. L'aggressione è avvenuta nella notte tra sabato e domenica scorsi. I malviventi, dopo avergli frugato nelle tasche e avergli portato via portafoglio e cellulare, lo hanno lasciato a terra incosciente, il viso ridotto a una maschera di sangue.

Il malcapitato turista si è risvegliato solo una volta arrivato al pronto soccorso del più vicino ospedale: al pronto soccorso lo ha portato d'urgenza un'ambulanza chiamata da un passante. Per le botte subite ha riportato la frattura del setto nasale e contusioni multiple al volto: prognosi 30 giorni. Sull'episodio sono in corso indagini da parte della polizia. Gli investigatori però al momento non hanno in mano molto di più del racconto della vittima. Al vaglio anche le immagini riprese dalle telecamere della zona.

Da quanto ricostruito il turista camminava nei pressi di piazza Santa Croce, diretto verso il suo albergo nella zona di piazza della Repubblica, dove avrebbe dovuto raggiungere altri amici che erano già rientrati nelle loro camere. Forse i malviventi lo hanno preso di mira proprio perché era solo. Qualcuno lo ha spinto da dietro: un forte colpo sulla schiena, che lo ha fatto cadere. Poi sono arrivate le botte. La vittima non è riuscita a vedere chi lo ha aggredito, ma la sua impressione è che ad agire siano state più persone. Una volta a terra lo avrebbero circondato e preso a calci, al volto e alla testa. Poi, quando era ormai privo di sensi, gli hanno frugato con calma nelle tasche, prendendo tutto quello che hanno trovato. Un portafoglio, dove aveva documenti e alcune carte di credito, e il suo smartphone. La diagnosi dei medici del pronto soccorso, dove è arrivato ancora incosciente, è stata quella di frattura pluriframmentaria scomposta delle ossa nasali.