Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
18 mag 2022

Peste suina: "Segnalate subito alla Asl eventuali animali morti"

Appello dei Comuni di Bagno a Ripoli e Greve agli agricoltori per attivare il tracciamento e ridurre i contagi anche da aviaria  

18 mag 2022
Cinghiali e fauna selvatica: allarme peste suina e aviaria
Cinghiali e fauna selvatica: allarme peste suina e aviaria
Cinghiali e fauna selvatica: allarme peste suina e aviaria
Cinghiali e fauna selvatica: allarme peste suina e aviaria

Bagno a Ripoli (Firenze), 18 maggio 2022 - "Segnalate tempestivamente alla Asl la presenza di animali morti nelle campagne del territorio per poter attivare un tracciamento immediato e prevenire così il più possibile la diffusione incontrollata di malattie come la peste suina africana (Psa) e l’aviaria". È l’appello ad allevatori ed agricoltori locali lanciato lunedì dalle istituzioni di Bagno a Ripoli e di Greve in occasione di un incontro su patologie e fauna selvatica organizzato in palazzo comunale ripolese dalla commissione speciale agricoltura.
E' stato un momento di confronto per fare il punto insieme alle autorità sanitarie e tecnici forestali dell’area fiorentina su queste tematiche di purtroppo stretta attualità. Presenti all’iniziativa l’assessore comunale all’agricoltura di Bagno a Ripoli Francesca Cellini e il sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani, in qualità di referente pubblico dell’ Ambito territoriale di caccia – Atc 5 di Firenze sud.

“Le malattie della fauna, in particolare, rappresentano una criticità seria e dirimente, gli esperti hanno spiegato che sono a rischio milioni di capi – sottolinea Sottani -. Peste suina e aviaria, in altre regioni d’Italia come il Lazio, il Piemonte e la Liguria, rappresentano giù una vera e propria emergenza. Per scongiurare che accada anche da noi, occorre la collaborazione di tutti: cittadini, allevatori, agricoltori. In presenza di un animale morto, contattare subito le autorità sanitarie è la prima forma di prevenzione”.

Le conseguenze rischiano di essere molto gravi: oltre a minacciare la fauna locale, questa malattie se non vengono bene monitorate, possono causare danni economici all’agricoltura, all’allevamento e al turismo stesso, con pesanti ripercussioni economiche e sociali per l’intero territorio. Accanto alle patologie della fauna, è stato affrontato anche il tema della gestione della fauna selvatica, anch’essa una criticità di stringente attualità e dimensioni considerevoli che mette a rischio raccolti, semine e incolumità pubblica.

“Insieme al sindaco di Greve Sottani e alla Commissione Agricoltura – conclude l’assessore Cellini – abbiamo deciso di riproporre un nuovo momento di incontro a breve, coinvolgendo il mondo agricolo e le amministrazioni che rientrano nell’ambito di azione dell’Atc 5, trovando insieme soluzioni condivise per rispondere a problematiche urgenti”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?