Panche da meraviglia per il via alla rassegna "Dal bosco e dalla pietra"

Per due fine settimana un ricco programma di mostre e spettacoli.

Ormai da ventotto anni è la manifestazione più importante per Firenzuola, nata per mettere in vetrina quelle che sono le produzioni più caratteristiche, e anche economicamente importanti del territorio, pietra serena e prodotti agroalimentari, a cominciare dal marrone. Così il 14 e 15 ottobre, come il 21 e 22, promossa dalla Pro Loco firenzuolina torna "Dal bosco e dalla pietra", come sempre nel centro storico. Tema portante dell’edizione 2023 sarà "La leggerezza", sviluppato a partire dall’allestimento della piazza: sei panche in pietra sagomate che riproducono la scritta "wow", l’espressione spontanea di meraviglia tipica del fumetto. Al centro, poi, una scultura quasi aerea, composta da una struttura raffigurante un cervo, realizzata mettendo insieme rami secchi che è stata creata dall’artista Rodolfo Liprandi.

Il programma è ricco: mostre di foto e di sculture, spettacoli itineranti con giocolieri e trampolieri, concerti, un docufilm "sulle genti delle castagne", e poi gli stand espositivi e gastronomici che apriranno nelle due giornate di domenica. Nella prima domenica, dopo il taglio del nastro del sindaco Giampaolo Buti, a pranzo ci sarà il tradizionale lunghissimo girarrosto, lungo oltre otto metri, curato dai cacciatori, a favore del Meyer. Prevista anche, sempre domenica, la consegna dei diplomi agli studenti del primo corso Scalpellini "Giancarlo Tagliaferri" presso il polo dedicato all’artigianato locale. Mentre già sabato verrà inaugurata la mostra fotografica sulle manifatture dell’Alto Mugello allestita nello Spazio Open, con la prima giornata che si concluderà con una cena a base di prodotti tipici, nei suggestivi ambienti del Museo della pietra serena.

Paolo Guidotti