Nasce la Comunità energetica. Sarà la prima del territorio

Sarà costituita tra una settimana. L’assessore Corsi: . "Amministrazione al lavoro. per trovare l’edificio giusto". .

Nasce la Comunità energetica. Sarà la prima del territorio

Nasce la Comunità energetica. Sarà la prima del territorio

Nasce "Energetica", la prima Comunità Energetica Rinnovabile a Sesto, con la ratifica ufficiale arrivata, nell’ultima seduta, dal consiglio comunale. L’iter è già segnato: "Dopo la manifestazione d’interesse cui aveva risposto Estra per proporci un modello cui aveva lavorato– spiega l’assessore all’Ambiente Beatrice Corsi- il prossimo 5 dicembre, davanti a un notaio, costituiremo l’associazione propedeutica alla costituzione della Comunità energetica in cui ci saranno tre soci fondatori: il Comune, Arci Firenze e l’associazione Gruppo Italiano Amici della Natura sezione di Sesto Fiorentino Il Binario. L’amministrazione comunale, cioè, non si limiterà a promuovere il progetto ma sarà fra i fondatori e quindi, in qualche modo, potrà fare anche da garante. Dopo questo primo passo apriremo alle adesioni". L’interesse per la Cer che si sta strutturando sembra comunque alta: "Ci sono già – prosegue infatti Corsi - diverse richieste di persone realtà ed imprese che vorrebbero entrare. Dopo l’atto davanti al notaio faremo una serie di incontri sul territorio per spiegare come funziona la comunità energetica, come si può aderire e sarà messa a disposizione una piattaforma creata da Estra dove ci si può iscrivere per essere poi ricontattati singolarmente. Ci si potrà iscrivere come produttori se si ha un impianto da mettere a disposizione della comunità energetica, come consumatori o come prosumer ovvero produttori e consumatori allo stesso tempo. Gli uffici tecnici del Comune stanno lavorando per individuare l’edificio da mettere a comunità energetica, l’idea è una scuola possibilmente che abbia già un impianto con fonti rinnovabili che possa essere messo in condivisione con la comunità. Poi speriamo che si possano aggiungere tanti produttori per ampliare la rete". Non ci saranno limiti temporali per le adesioni perché la Comunità Energetica Rinnovabile resterà ‘aperta’ e neppure limiti territoriali: "Quasi tutto il territorio di Sesto – conclude Corsi – insiste infatti su un’unica cabina primaria quindi non ci saranno zone più o meno avvantaggiate". Soddisfazione per la nascita della Comunità energetica esprime intanto il gruppo Ecolò che, in consiglio comunale, aveva più volte portato alla ribalta il tema.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro