Pietro Vuturo con la divisa dei Verdi al calcio storico
Pietro Vuturo con la divisa dei Verdi al calcio storico

Firenze, 21 novembre 2020 - Lutto nel tifo viola. E' morto Pietro Vuturo, leader della curva Fiesole già dall'epoca che precedette la formazione del Collettivo. Oltre al ruolo di capo dei sostenitori della curva si era distinto come animatore di trasmissioni radiofoniche dedicate alla Fiorentina e al suo tifo.

I funerali saranno celebrati domani alle ore 17 nella chiesa del Sacro Cuore del Romito a Firenze, la salma sarà esposta alle cappelle dell'Ofisa in via delle Panche dalle ore 17 di oggi fino alle ore 8 di domani.

Proprio durante una trasmissione radiofonica Vuturo annunciò commosso di stare lottando contro la grave malattia che lo avrebbe portato alla morte. Sui social, Vuturo postava aggiornamenti della battaglia contro il male che portava avanti in parallelo a quella per una Fiorentina sempre più seguita e più forte. 

"Sono stanco e un po' provato ma in piena battaglia fisica ed emotiva, il 10 novembre decidiamo il da farsi in maniera definitiva.  Vi voglio parecchio bene", si legge nell'ultimo post, datato 31 ottobre, nel quale, sul suo profilo Facebook, Pietro Vuturo dava conto della sue condizioni si salute. Notizie suilla salute, che Pietro scriveva in bianco su sfondo rosso, distinte dalle comunicazioni dedicate alla Fiorentina, ovviamente su sfondo viola. .   

Era stato impegnato anche nel calcio storico fiorentino, a sostegno dei Verdi, prima come calciante, poi come alfiere.

Originario di Palermo, fiorentinissimo nell'anima, Vuturo nel 2019 fu candidato alle elezioni per il consiglio comunale di Firenze nella lista "Città aperta per Bundu sindaca".  

Pietro Vuturo(foto da facebook)

«Conoscevo bene Pietro così come conosco bene la sua famiglia. È stato un grande tifoso e va ricordato con sentimento», è il pensiero che Cesare
Prandelli
ha voluto dedicare a Pietro Vuturo".

«Pietro Vuturo, fiorentino vero e persona genuina che amava profondamente Firenze, le sue tradizioni e la Fiorentina». Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella.  «Ha lavorato per la sua città anche attraverso l'impegno politico - ha aggiunto il sindaco -. La sua morte mi addolora molto. Alla famiglia, agli amici e a tutti coloro che lo hanno conosciuto le mie condoglianze e quelle dell'amministrazione».

" "MI dispiace moltissimo - scrive in un tweet Giancarlo Antognoni, bandiera viola e club managert della società - Se ne va un pezzo di storia della curva. Vicino alal sua famiglia. Rimarrai nei nostri cuori". 

L'Atf, l'associazione dei tifosi viola "si unisce al dolore della famiglia per la scomparsa dello storico leader degli Ultras della Fiorentina".       

"Pietro ora sei in piedi in balaustra nel cielo  stretto agli altri Fratelli Viola volati su... Pietro sempe con noi" è il messaggio del Museo Fiorentina  

Sul sito di Radio Bruno si legge: "Per noi sei e sarai sempre musica , accompagnamento, testo, passione ed emozioni. Buon viaggio, c aro amico".   

Michele Pierguidi, presidente del Quartiere 2 unisce le due passioni di Vururo "simbolo degli Ultras viola e calciante verde". "Le stesse passione e grinta" profuse per la Fiorentina - scrive Pierguidi - "le aveva messe in campo indosando la maglia dei Verdi nei primi anni Ottanta. Per Firenze e per San Giovanni, come calciante e poi come alfiere". Secondo Pieguidi "Pietro è stato un grande fiorentino" e "la sua lotta contro il cancro è stata un esempio di forza, coraggio e dignità".