Mobilità Ecco il Mugello del futuro. Le proposte degli universitari

Gli studenti dell’ultimo anno di architettura hanno presentato le loro idee: per tutti serve un hub ferroviario

Mobilità Ecco il Mugello del futuro. Le proposte degli universitari

Mobilità Ecco il Mugello del futuro. Le proposte degli universitari

Per lo sviluppo del Mugello le buone idee non mancano. E ora alcune sono state approfondite e lanciate da una significativa iniziativa del dipartimento di architettura dell’Università di Firenze, diretto da Giuseppe De Luca che per tre anni ha dedicato un ciclo sperimentale riservato agli studenti del quinto anno del corso di Progettazione urbanistica, in collaborazione con le architette Simona Ciubini e Lucrezia Gelichi. Il lavoro di questi dodici gruppi di studenti è stato presentato in un’iniziativa pubblica organizzata a Borgo San Lorenzo insieme alla Commissione territoriale Mugello dell’Ordine degli architetti di Firenze. E i giovani si sono impegnati nella ricerca di soluzioni creative e funzionali sul piano urbanistico, in grado di incidere significativamente nel miglioramento delle condizioni socio-economiche e sociali. E una delle chiavi per lo sviluppo futuro del Mugello è senz’altro la mobilità. Si è così presentata l’idea di un hub ferroviario in grado di servire tutta l’area, posizionato intorno alla stazione di San Piero a Sieve. Mentre un’altra proposta ruota intorno all’idea di un recupero della storia motoristica della regione attraverso un hub motoristico, sotto forma di circuito storico collegato all’autodromo. Tante le proposte, alcune più visionarie e "costose", altre più a portata di mano – purché vi sia la volontà politica. Si va dall’ipotesi di una fermata in Mugello dei treni dell’alta velocità sul modello della stazione della Mediopadana, alla creazione di studentati e quartieri green collegati al nuovo Hub Ferroviario mugellano. Proposte messe a disposizione delle amministrazioni locali – c’erano il sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti, le vicesindaco di Borgo San Lorenzo Cristina Becchi e di Barberino Sara Di Maio, il presidente dell’Unione dei Comuni Stefano Passiatore -. "Al Mugello – sollecita De Luca – serve un cambio di prospettiva culturale fortemente legata ai servizi, non solo a quelli di prossimità, ma infrastrutture veloci che mettano in relazione territori diversi, realtà diverse, in tempi accettabili. Oggi vi è carenza di infrastrutture veloci di collegamento".

Paolo Guidotti

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro