Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Firenze, 9 maggio 2018 -  Firenze e l’Italia al centro del dibattito europeo. Il capoluogo toscano sarà infatti teatro dell’ottava edizione di The State of the Union che trasformerà la città toscana nel centro della politica europea per tre giorni. L’evento organizzato dall’Istituto universitario europeo (Iue) avrà luogo da domani al 12 maggio e si svolgerà tra Badia Fiesolana, Palazzo Vecchio e Villa Salviati. The State of the Union si è affermato come importante momento di incontro per politici europei, rappresentanti della società civile, opinion leader, esponenti del mondo del business e del mondo accademico. L’edizione 2018 dell’evento avrà come tema centrale Solidarity in Europe.

La Badia Fiesolana sarà sede delle sessioni di domani 10 maggio. Il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella darà avvio ai lavori insieme al presidente dell’Iue Renaud Dehousse. Venerdì 11 maggio, invece, saranno il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ed il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ad aprire i dibattiti mentre il presidente del consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni terrà il discorso di chiusura. Sabato 12 maggio gli Archivi Storici dell’Unione Europea apriranno al pubblico le porte di Villa Salviati, offrendo un programma ricco di eventi culturali e di attività ricreative volte a festeggiare la giornata dell’Europa. Villa Salviati aprirà le porte dalle 10 alle 17.30 con mostre, concerti e visite guidate.

Oltre 5mila le presenze attese nelle tre giornate con circa 150 giornalisti accreditati da tutto il mondo. «Siamo molto orgogliosi di The State of the Union – ha detto il sindaco Dario Nardella – perché è una finestra aperta sul mondo attraverso la quale Firenze mostra tutta la sua grandezza, la sua qualità e la sua rilevanza internazionale». «È con grande piacere che per l’ottavo anno consecutivo l’Istituto Universitario Europeo contribuirà a mettere Firenze al centro dell’Europa portando l’Europa a Firenze – ha aggiunto Renaud Dehousse, presidente dell’European University Institute – Il tema di quest’anno poi, la solidarietà europea, non è solo di fondamentale importanza, ma anche attualissimo. Non a caso era stato il presidente Juncker a suggerirlo durante la conferenza dell’anno scorso».