L’esperienza multisensoriale. Indigo, nel mondo di Dana Al Fardan

A Fiesole il viaggio verso il proprio sé superiore attraverso un caleidoscopio di luci, colori e suoni

L’esperienza multisensoriale. Indigo, nel mondo di Dana Al Fardan

L’esperienza multisensoriale. Indigo, nel mondo di Dana Al Fardan

Un viaggio verso il proprio sé superiore, attraverso un caleidoscopio di luci, suoni, colori: Dana Al Fardan, pionieristica compositrice, cantautrice e artista sinfonica originaria del Qatar, nota per la sua rivoluzionaria fusione di musica classica contemporanea araba e occidentale, presenta il suo nuovo concerto-esperienza nell’ambito dell’Estate Fiesolana. L’appuntamento è con ’Indigo’, spettacolo immersivo che prenderà forma e colore al Teatro Romano di Fiesole il 17 luglio (ore 21.15).

Un’esperienza multisensoriale, condotta da Dana Al Fardan insieme ai componenti de La Filharmonie, giovane orchestra under 35 nata a Firenze ma di respiro internazionale, e della Qatar Philarmonic Orchestra, in collaborazione con la Lyric Dance Company, compagnia professionale con la direzione artistica di Alberto Canestro.

Personale, trasformativo, introspettivo, il concerto-esperienza, eseguito da un’orchestra da camera con pianoforte, archi, voce e musica elettronica, rompe gli schemi e spinge oltre i confini del possibile per connettere il pubblico al subconscio, incoraggiandolo a espandere il proprio io interiore e fonderlo con l’ambiente circostante a un livello più profondo. Come prima artista donna a emergere dal Qatar, Dana Al Fardan traduce il suo amore per la world music e il suo ricco patrimonio mediorientale in una piattaforma globale, universalmente accessibile. Compositrice ufficiale della compagnia aerea nazionale del Qatar, Qatar Airways, e Ambasciatrice culturale dell’Orchestra Filarmonica del Qatar, Dana ha lavorato instancabilmente per portare la musica qatariota sulla scena mondiale. Ciò ha incluso numerose collaborazioni con partner orchestrali di livello mondiale, quali la London Metropolitan Orchestra al Theatre Royal Haymarket di Londra nel 2017. Nel 2018 ha ottenuto riconoscimenti internazionali per le composizioni musicali per ‘Broken Wings’, il primo musical del Medio Oriente a debuttare nel West End di Londra nel 2018, a cui è seguito ‘Rumi The Musical’.

L’artista ha, inoltre, contribuito a colonne sonore di film come ‘The Necromancer’ e ‘Orca’. A maggio 2024 Dana Al Fardan ha segnato un altro primato, diventando la prima artista donna del Golfo a partecipare alla serata di gala del 77esimo Festival di Cannes, Trophée Chopard Gala, dove ha eseguito ‘Indigo’ davanti a un pubblico di ospiti di alto livello, tra cui Meryl Streep, Demi Moore e Juliette Binoche.

‘Indigo’ è il suo quarto album in studio, rilasciato nel settembre 2022, e offre un’esperienza audio-visiva multisensoriale volta a coltivare uno spazio interiore in cui raggiungere una coscienza superiore attraverso luce, colore e suono. Dana è anche una filantropa impegnata in progetti che combinano il suo amore per le arti creative con iniziative umanitarie per enti come la Qatar Red Crescent Society (Qrcs), l’Inviato Umanitario del Segretario Generale delle Nazioni Unite e l’Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l’Occupazione (Unrwa) per i Rifugiati Palestinesi nel Vicino Oriente.

Maurizio Costanzo