Le botteghe da salvare. Attività storiche in aumento: "Promuoviamo l’eccellenza"

In totale sono 406: in categoria A il balzo è stato da 163 a 181. L’assessore Bettarini: "Crescita nonostante crisi". Ecco le new entry. .

È stata approvata in giunta, con una delibera dell’assessore al Commercio Giovanni Bettarini, la nuova Lista delle Attività Economiche Storiche e Tradizionali Fiorentine, con le nuove attività inserite in seguito alla revisione effettuata dalla commissione tecnica di valutazione che vede riuniti, oltre ai rappresentanti dell’amministrazione comunale, anche Università di Firenze - Dipartimento di Architettura, Soprintendenza e Associazioni di Categoria. Sono 406 le attività rilevate, al netto delle chiusure, grazie all’aggiornamento semestrale: 181 le ‘Eccellenze storiche’ inserite in ‘categoria A’ (erano 163 al momento della costituzione delle liste nel 2020); sono aumentate anche quelle della categoria B, ovvero le ‘attività tradizionali’, cioè attività storiche che costituiscono espressione dell’immagine tradizionale della città, arrivate ad essere 161; infine nella categoria C degli ‘ambulanti storici’ ci sono 64 attività operanti su suolo pubblico. La ditta Stone 885 via Ghibellina 200/r completa le 22 ‘Attività fiorentine d’eccellenza’ ovvero quelle che non hanno compiuto i 50 anni di anzianità, ma che spiccano per unicità nelle lavorazioni, peculiarità nei processi e innovazione di servizi e prodotti. "E’ con vera soddisfazione e piacere che notiamo che le attività storiche di cui salvaguardare la permanenza e promuovere l’eccellenza fiorentina stanno aumentando nonostante le difficoltà che vive il commercio tradizionale in questo periodo storico" ha detto Bettarini. "Le storiche di eccellenza in particolare, al netto delle chiusure o trasformazioni, sono aumentate di 20 unità, e ciò non può che confermare la ricchezza di un tessuto commerciale vivo e in continua trasformazione, nonostante i periodi difficili che l’economia in generale sta attraversando". Tra le 10 attività neo ammesse (F.lli Fiaschi di Fiaschi Riccardo e Alessandro Snc, Paolella Andrea, Miria Pascqualetti, Enrico Materassi di Annalisa Agatii, Buca 27 di Rindi Lorenzo & C.,Red Light Rock Music Crazy Shirt Sas di Bazzani Lara & C., Stanganini, Pizzeria Spera di Spera Elena & C., Londi Pesca di via Aleardi), entrano a far parte della Lista le cosiddette Buche di San Lorenzo, un’espressione unica del commercio fiorentino per la loro configurazione architettonica. Il Grande Nuti in via Borgo San Lorenzo e Pestelli in via del Sole passano dalla categoria B - Tradizionali a quella A - Eccellenze storiche.