L’anno che verrà... tra rock e pop. La grande musica sbarca in città

Da Baglioni a Renato Zero passando per Coez e i Pinguini Tattici Nucleari: tutti i concerti da non perdere. Dopo l’esperienza sanremese, i toscani Bnkr44 si esibiranno al Viper. Qui arriva anche Cristina D’Avena.

L’anno che verrà... tra rock e pop. La grande musica sbarca in città

L’anno che verrà... tra rock e pop. La grande musica sbarca in città

Il 2024 sarà un anno molto interessante per gli appassionati dei live. Anche se Firenze (o meglio i lavori allo stadio Artemio Franco) si è lasciata sfuggire pezzi da novanta come Bruce Springsteen e Vasco Rossi (ma le speranze di vedere il Blasco al "Firenze Rock" sono ancora in piedi), tra grandi ritorni e appuntamenti con artisti emergenti, il calendario è ricco a cominciare già dai prossimi giorni.

Al Viper Theatre, il 5 gennaio tornerà l’imperdibile party dedicato alle canzoni dei cartoni animati con - ovviamente - la queen: Cristina D’Avena. Il giorno successivo, sempre al locale delle Piagge, si esibiranno i Modena City Ramblers con il loro amore incondizionato per il folk irlandese. L’11 gennaio, al Tuscany Hall, invece, altro gruppo storico: la Premiata Forneria Marconi canta De André. Febbraio si apre (il primo, ore 21, al Mandela Forum) con Coez e Frah Quintale, due delle voci più originali e riconoscibili del panorama musicale italiano. Dardust (all’anagrafe Dario Faini), pianista tra i più ascoltati al mondo della nuova generazione sarà al Teatro Verdi il 3 febbraio.

Tre giorni per cantare "Questo piccolo grande amore": Claudio Baglioni sarà live al Mandela dall’8 al 10 febbraio con "aTUTTOCUORE", uno show fortemente innovativo e travolgente dove l’artista romano proporrà tutti i suoi maggiori successi. Altro cantautore che unisce diverse generazioni: Massimo Ranieri con i suoi "Tutti i sogni ancora in volo" sarà al Teatro Verdi il 6 marzo. Il 2 marzo, invece, al Tuscany Hall sbarcherà Pupo con "Su di noi... la nostra storia", uno straordinario tuffo nel mare dei leggendari successi di Enzo Ghinazzi. Il popolo dei ’sorcini’ si sta già mobilitando: il 2, 3, 5 e 6 marzo al Mandela Forum ci sarà Renato Zero con "Autoritratto". Marzo sarà un mese infinito: al Verdi arriverà Levante il 18 mentre il 26 ci sarà Amedeo Minghi mentre il 21 al Mandela la grande musica indie di Gazzelle.

Ad aprile ’tutti nel vortice palasport’: il 6 al Mandela arriva la regina del pop italiano, Annalisa con il disco di inediti "E poi siamo finiti nel vortice". Sul palco del Teatro Verdi, invece, spazio all’iconica band Baustelle (8 aprile) e Samuele Bersani (17 aprile) mentre al Tuscany ci sarà Fulminacci (18 aprile). Il 5 aprile al Viper appuntamento con la storia del rock italiano: i Marlene Kuntz riportano sul palco "Catartica", il disco che ha lasciato un segno indelebile nel panorama musicale. L’11 aprile ben due concertoni: al Mandela Forum saranno di scena i Subsonica e al Viper i Bnkr44, la band empolese che sarà anche a Sanremo 2024 (dal 6 al 10 febbraio). Dal 2 al 4 maggio al Mandela Forum spazio a "Non perdiamoci mica di vista / Fake News Indoor Tour – Palasport 2024" dei Pinguini Tattici Nucleari. E in estate tornerà a Firenze Tiziano Ferro mentre in autunno Ligabue.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro