di Barbara Berti Una settimana dedicata al genio di Duluth. Cantautore, compositore, scrittore, poeta, attore e conduttore radiofonico: sono le molte facce di Robert Zimmerman, meglio conosciuto nel mondo come Bob Dylan, premio Nobel per la Letteratura da parte dell’Accademia Svedese "per aver creato nuove espressioni poetiche nell’ambito della grande tradizione della canzone americana". A lui è dedicata una serie di eventi in programma, a Firenze e dintorni, dal 22 al 29 agosto. Il covid-19,...

di Barbara Berti

Una settimana dedicata al genio di Duluth. Cantautore, compositore, scrittore, poeta, attore e conduttore radiofonico: sono le molte facce di Robert Zimmerman, meglio conosciuto nel mondo come Bob Dylan, premio Nobel per la Letteratura da parte dell’Accademia Svedese "per aver creato nuove espressioni poetiche nell’ambito della grande tradizione della canzone americana".

A lui è dedicata una serie di eventi in programma, a Firenze e dintorni, dal 22 al 29 agosto. Il covid-19, infatti, non ha fermato l’associazione Culturale Contemporary che per il nono anno consecutivo organizza la "Bob Dylan’s Week": concerti, dibattiti, conferenze, mostre, approfondimenti e spettacoli dedicati a Dylan e alla musica popolare americana. L’inaugurazione è in programma sabato 22 agosto alle 21,30 con il concerto degli Acquaraggia e Gabriele Savareve alla Toraia sul lungarno del Tempio. Ancora musica (e panorama mozzafiato) il 27 agosto al piazzale Michelangelo con un concerto ricco di ospiti. Il 23 agosto, alle 19, nel giardino dell’Associazione Culturale Happy Garden (via del Romito) si terrà la mostra di arti figurative dedicate ai temi proposti dalla figura e dalla musica di Dylan, mentre il 28 agosto alle 21,30 è in programma un ardito parallelo tra Dante Alighieri e Bob Dylan proposta dal dantista Massimo Seriacopi (alla Toraia), con illustrazioni live di Enrico Guerrini. Il gran finale – il 29 agosto alle 21,30 – prevede il musical con la partecipazione del coro gospel "Bob Dylan’s Dream" al Cerreti s Road Bar di Campo di Marte La musica e il mito di Dylan riecheggiano anche fuori dalla Città del Giglio. Durante la settimana dell’associazione Culturale Contemporary non mancheranno alcune prerogative pregnanti come il celebre "Jazzin’ Dylan" all’Hostaria Portanova di Colle Val d’Elsa con l’insegnante di canto e improvvisazione jazz Titta Nesti (lunedì 24 agosto alle 21,30).

Anche la poesia sarà protagonista con un excursus, curato da Jonathan Rizzo, che spazierà dal drammaturgo galleste Dylan Thomas al movimento della Beat Generation (il 28 agosto alle 19 al Twist Cafe di via Cavour). Ancora poesia con "Scriviamo un’ode a Bob Dylan", in programma il 26 agosto (ore 19) nella sede dell’associazione culturale Happy Garden.

E, ancora, il Dylan sudamericano con Pepe Yanez e Luis Sanchez (il 27 agosto alle 21,30 a El Inca Restaurante) e il Dylan italiano con Rodolfo Banchelli (all’antica Hostaria Le Panche a Pistoia). Il programma completo sulla pagina facebook dedicato alla "Bob Dylan’s Week".