NICCOLO' GRAMIGNI
Cronaca

La commemorazione di Fabrizio Borghini. L’amico Carlo Conti: “Un amante di Firenze”

Giornalista, critico e scrittore, è morto sabato sera all'età di 76 anni

Firenze, 17 ottobre 2023 - Si è svolta stamani, a Palazzo Sacrati Strozzi, la commemorazione del giornalista, critico e scrittore Fabrizio Borghini. All'ultimo saluto erano presenti il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, il figlio Lorenzo e, in rappresentanza del Comune, l'assessora Maria Federica Giuliani. C'erano anche la vicesindaca Alessia Bettini, l'assessora all'educazione e al welfare Sara Funaro e il presidente del consiglio comunale Luca Milani. Borghini è morto sabato sera all’età di 76 anni mentre si trovava al cinema per assistere alla ‘prima’ del figlio regista. Un malore non gli ha lasciato scampo.

"Se nè andato un pezzo di storia - ha sottolineato l'assessora Giuliani - perché la storia, del cinema e dell'arte, la fanno anche i critici. Coloro che la scrivono, la storia, ne sono partecipi. Sempre. A Firenze Fabrizio Borghini era uno dei decani. Riuscendo a compiere il miracolo: storico, critico e narratore. Tre attività che, invece di venire in conflitto, si esaltavano a vicenda. Soprattutto uno di quelli che il critico l'ha fatto sul campo. Che il cinema l'ha vissuto, amato fino in fondo: era la sua vita". 

Presente anche Carlo Conti. “Era generoso e altruista, faceva le cose senza interesse e valorizzava tutti allo stesso modo. Un amante del cinema e di Firenze”