I rilievi di carabinieri e vigili urbani sui segni degli spari in via Marconi (Germogli)
I rilievi di carabinieri e vigili urbani sui segni degli spari in via Marconi (Germogli)

Firenze, 31 luglio 2017 - Tragedia sfiorata, spari e paura in via Marconi, nella zona di viale dei Mille. Un immigrato ivoriano in bicicletta ha reagito in maniera violenta a un controllo da parte di due vigili urbani. L'immigrato ha sottratto l'arma a uno dei due vigili sparando quattro colpi, per fortuna indirizzati al suolo grazie all'intervento dei vigili che sono riusciti a spingere verso il basso il braccio dell'ivoriano deviando la traiettoria. Per fermare l'uomo è stato necessario l'intervento di un ufficiale della Dua (la Direzione investigativa antimafia) e di un altro immigrato che passavano in quel momento da via Marconi. I quattro sono riusciti a buttare a terra l'uomo e a renderlo inoffensivo. 

La polizia municipale era arrivata sul posto, all'angolo tra via Marconi e via del Pratellino, chiamata da un passante che aveva notato l'extracomunitario in 'stato di agitazione'. Il migrante, poi fermato dai carabinieri, non avrebbe addosso documenti e non parlerebbe bene l'italiano. L'extracomunitario è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio. 

Ci sarebbe un video, girato con un cellulare da un passante, in cui sono state immortalate le fasi della colluttazione tra il vigile urbano e il migrante avvenuta questa mattina a Firenze. In particolare, le immagini mostrerebbero l'extracomunitario che punta la pistola verso la testa del vigile dopo avergliela sottratta dalla fondina. Nel video si vedrebbe poi l'agente che riesce a abbassare il braccio del migrante, deviando la traiettoria dei colpi e facendoli finire a terra.