Il Teatro delle Spiagge di Firenze guarda alla Generazione Z

Teatro delle Spiagge di Firenze presenta una stagione dedicata alla generazione Z, con spettacoli di drammaturgia contemporanea nazionale e internazionale. Festival, mostre, feste e performance per unire passato e presente, dando voce alla diversità. Dal 6 ottobre al 15 dicembre.

Il Teatro delle Spiagge guarda alla Generazione Z

Il Teatro delle Spiagge guarda alla Generazione Z

Parte il 6 ottobre la prima parte della nuova stagione del Teatro delle Spiagge, con uno start tutto dedicato alla generazione Z. Ad annunciarlo è Teatri d’Imbarco, la compagnia che - con la direzione artistica di Beatrice Visibelli e Nicola Zavagli e la direzione organizzativa di Cristian Palmi - dirige il teatro sul tetto di via del Pesciolino numero 26. Quest’anno sarà un luogo dove il passato e il presente si incontrano dando voce ai più giovani e alla diversità, in un percorso che attraversa le forme plurali dell’arte e della cultura, sempre con uno sguardo attento sulla società attuale raccontata e interpretata da alcuni tra i nomi più significativi della drammaturgia contemporanea nazionale e internazionale, come Antonio Tarantino o Caryl Churchill.

Il programma si apre con la sesta edizione del festival "Young Portraits On Stage" curata da Matilde Zavagli, in calendario dal 6 all’8 ottobre (prima parte) e dal 29 al 30 novembre (seconda parte): cinque giorni di mostre, feste e performance in cui il teatro si fonderà con le arti visive e la musica. Tra gli eventi, l’allestimento del "1984" di Orwell in forma di Interactive Game Theater.

In un futuro prossimo e indefinito, è ambientato "A Number" di Caryl Churchill proposto da Teatro Libero Palermo (14 ottobre). La compagnia calabrese Scenari Visibili (28 ottobre) mette in scena "Il Vespro della Beata Vergine", uno dei Quattro atti profani di Antonio Tarantino. È ispirato a un racconto omonimo di Federico De Roberto, scritto nel 1921, lo spettacolo di Sardegna Teatro "La Paura" (10 e 11 novembre). Il 17 novembre Atto Due presenta Sandra Guariglieri in "Nessun elenco di cose storte" uno spettacolo scritto e diretto da Oscar De Summa che indaga la nostra relazione con la morte attraverso uno gioco. In "EV" di Jo Clifford (24 e 25 novembre), proposto da Teatri di Vita di Bologna, si sfida i concetti tradizionali di genere attraverso una narrazione audace. In scena, Eva Robin’s, Patrizia Bernardi, Julie J, Anas Arqawi, Met Decay, e Rodolfo Cascino-Dessy. Il 2023 delle Spiagge si chiude il 15 dicembre con Beatrice Visibelli e Alessandro Mizzi, diretti da massimo Navone in una produzione firmata da Teatri d’Imbarco e Bonawentura (Trieste), "Oggi è tardi" di Pino Roveredo: il monologo interiore di un uomo comune che fa i conti con il proprio tempo, quello vissuto e quello rimasto.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro