Il premio Spadolini. Le tesi d’eccelleza di storia contemporanea

In Rettorato la cerimonia di consegna a laureati (specialistica e dottorato) "Un impegno che la Fondazione Nuova Antologia prosegue da 27 anni" .

Il premio Spadolini. Le tesi d’eccelleza di storia contemporanea

Il premio Spadolini. Le tesi d’eccelleza di storia contemporanea

Incoraggiare gli studi e le ricerche sulla storia culturale e politica dell’Italia contemporanea. Questo l’obiettivo del premio che Giovanni Spadolini istituì in onore della madre Lionella. L’eredità dello statista fiorentino nel premiare i giovani meritevoli è stata raccolta dalla Fondazione Spadolini Nuova Antologia, che come sottolinea il presidente Cosimo Ceccuti, è "impegnata a conferire da 27 anni assegni di studio e alti riconoscimenti ai migliori laureati e dottori di ricerca delle università italiane ed europee, seguendo il desiderio del nostro beneamato Professore".

Il XXVII Premio Spadolini Nuova Antologia, dedicato a tesi di laurea specialistica e di dottorato sul tema Storia Politica e culturale dell’Italia contemporanea (‘800-‘900), è stato consegnato ieri nell’aula magna del Rettorato dell’ateneo fiorentino. Un prestigioso riconoscimento a carattere nazionale, che si avvale dell’alto patronato del Presidente della Repubblica.

La Fondazione Spadolini ha messo a disposizione 6mila euro. Le borse di studio per le tesi di dottorato sono andate a Christopher Calefati, dell’università degli Studi di Pavia – Université Paris-Est Créteil Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali per la tesi di dottorato Aborrito infamato e negletto dei Borboni il nome sarà. Gesti e voci di dissidenza antiborbonica nel Regno delle Due Sicilie Continentale (1848-1859). A Christian Carnevale della Sapienza per la tesi di dottorato in Storia delle relazioni internazionali La guerra d’Etiopia: una crisi globale. Le borse di studio per le tesi specialistiche sono state assegnate a Lorenzo Bonomelli dell’università di Bologna per la tesi in Scienze storiche e orientalistiche, Storia del Risorgimento e delle rivoluzioni nazionali L’occupazione francese di Ancona (1832-1838). E a Michelangelo Borri, del dipartimento di Civiltà e forme del sapere dell’università di Pisa, per la tesi Giorgio Alberto Chiurco. Biografia di un fascista integrale. Per quanto riguarda i riconoscimenti speciali, la targa della Camera dei deputati è andata a Marta Colcerasa, laurea magistrale in Scienze storiche, per la tesi dal titolo Attività e stile di Giorgio Napolitano presidente della Camera dei deputati. La medaglia del Senato è stata invece assegnata a Matilde Cartolari dell’università di Udine - Technische Universität di Berlino, per la tesi di dottorato Ambassadors of Beauty. Italian Old Masters and Fascist Cultural Diplomacy (1930-1940).

"Nella ricorrenza dei 100 anni dell’ateneo fiorentino – ha sottolineato Ceccuti - assume un significato particolare il fatto che la cerimonia di conferimento dei riconoscimenti sia avvenuta nell’aula magna del Rettorato e che i premi siano stai consegnati dalla rettrice Alessandra Petrucci, cui va il mio più vivo ringraziamento".

"In questi anni, soprattutto in veste di assessora alla cultura, ho avuto modo di conoscere bene la Fondazione Spadolini e la sua Biblioteca a Pian dei Giullari – ha detto la vicesindaca Alessia Bettini - nella quale si respira veramente l’amore per la conoscenza. Voglio soffermarmi sulla figura di Giovanni Spadolini, perché il 4 agosto prossimo saranno 30 anni che è morto. Una figura che ci manca molto, ma che ci ha lasciato anche un grande insegnamento morale, rappresentando il connubio perfetto tra la cultura e la politica".

Maurizio Costanzo

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro