Il patto tra Comune e Unipol. A Castello, studentato e un parco

Si conclude in via stragiudiziale un contenzioso che si trascinava dal 2018: la società ridurrà i volumi del 46%. Nel progetto previsti anche impianti sportivi, abitazioni private, negozi e una struttura turistico-ricettiva.

Il patto tra Comune e Unipol. A Castello, studentato e un parco

La conclusione del contenzioso sblocca i progetti anche edilizi che riguardano l’area di Castello e il suo sviluppo urbanistico

Sarà chiuso in via stragiudiziale il contenzioso tra Comune di Firenze e Unipol sul Piano urbanistico di Castello, periferia della città, vicenda che va avanti dal 2018. Come si legge in una nota di Palazzo Vecchio, il Consorzio per l’attuazione del piano urbanistico esecutivo di Castello e la società Nuove Iniziative Toscane, con azionista di riferimento Unipol, ha chiesto di stipulare la convenzione per l’attuazione del piano accettando, così, la riduzione di quasi il 50% delle superfici edificabili, prevista dalla variante 2018.

Nel novembre 2018 la giunta comunale approvò la variante al Piano urbanistico di Castello che prevedeva tra l’altro di ridurre i volumi del 46% rispetto al vecchio Piano del 2005 ovvero quasi 190 mila metri quadrati di edifici rispetto ai 352mila previsti inizialmente. Il Piano, si ricorda dal Comune, prevedeva tra l’altro un mix di residenziale pubblico e privato, uno studentato, funzioni mercatali, industriali e artigianali. Dopo sei anni di contenzioso dunque la questione viene risolta in via stragiudiziale con l’accettazione, da parte della società, del piano approvato da Palazzo Vecchio. In base al piano urbanistico del 2018 per Castello restano a disposizione di Unipol 188mila metri quadrati di superficie edificabile.

Tra le funzioni previste, ci sono i 45.500 metri quadrati destinati a insediamenti industriali e artigianali, 42mila metri quadrati per il residenziale privato, 5.544 metri quadri per il residenziale pubblico, 30mila metri quadri per funzioni di mercatale, 10mila metri quadri turistico-ricettivo, 28mila per edifici direzionale privato. Per il settore commerciale 27.700 metri quadrati.

Il documento riporta anche la possibilità di edificare uno studentato e impianti sportivi, inoltre sorgerà un parco. L’area è situata fra viale XI Agosto e la ferrovia, nei pressi della Scuola marescialli dell’Arma dei carabinieri e a distanza dalle pertinenze dell’aeroporto Amerigo Vespucci.

N.G.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro