Il carabiniere e l’avvocato sono falsi. La truffa invece è vera: doppio raggiro

A farne le spese due donne di 85 e 89 anni che hanno pagato con oro e contanti

Il carabiniere e l’avvocato sono falsi. La truffa invece è vera: doppio raggiro
Il carabiniere e l’avvocato sono falsi. La truffa invece è vera: doppio raggiro

Falso carabiniere e finto avvocato truffano due anziane e scappano con gioielli e denaro. I colpi sono stati messi a segno l’altra mattina nel quartiere dell’Isolotto, a Firenze, da individui spregevoli che si approfittano delle persone fragili e indifese come lo sono soprattutto alcuni anziani. Il primo raggiro è avvenuto intorno alle 10, quando una donna di 89 anni ha ricevuto la telefonata da un sedicente carabiniere che la invitava a consegnare a un avvocato non meglio identificato, ma che si sarebbe fatto vivo di lì a poco ottomila euro in contanti per far rilasciare il figlio trattenuto in caserma per aver investito un pedone. L’anziana, nel panico, ha spiegato di non avere il denaro con sè, ma è stata rassicurata dal finto militare che avrebbe potuto consegnare anche gioielli, in misura congrua alla somma richiesta. Nel frattempo nell’abitazione sono arrivati alcuni parenti della donna, 89 anni, e il truffatore, facendoseli passare al telefono, ha consigliato loro di raggiungerlo alla stazione dei carabinieri nel viale dei Mille, vale a dire dall’altra parte della città, guarda caso. La donna è rimasta così sola in casa e, temendo per la sorte del figlio, poco dopo ha affidato a un uomo presentatosi come l’avvocato del figlio, preannunciato al telefono dal falso carabiniere, 200 euro in banconote oltre alle fedi nuziali, alcuni bracciali e una collana d’oro e un orologio del valore complessivo di 1.500 euro. Quando si è allontanato la donna ha capito di essere stata ingannata e ha chiamato il 112. Sul posto è arrivata una volante della polizia, che ha raccolto la denuncia e cercato di consolare la vittima.

L’altra truffa è scattata intorno alle 13 ai danni di un’altra donna, questa di 85 anni. Un uomo ha bussato alla porta dell’anziana spacciandosi per carabiniere e l’ha invitata a consegnare denaro per far rilasciare il figlio che alla guida di una vettura aveva investito un pedone. La pensionata, spaventata ha così dato all’uomo 180 euro oltre a bracciali, spille e monete in oro, per un valore ancora da quantificare. Quando il malvivente è andato via, anche in questo caso la donna ha capito di essere stata truffata e ha chiamato la polizia.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro