Firenze, Palazzo Vecchio, Polizia Municipale e Confesercenti insieme per la sicurezza

Confesercenti Firenze e Palazzo Vecchio collaborano per creare un osservatorio sui problemi della città, con l'aiuto della Polizia Municipale. Obiettivo: sostenere l'azione della Polizia attraverso segnalazioni precise e puntuali.

Un osservatorio sui problemi della città grazie a un filo diretto tra Palazzo Vecchio, polizia municipale e gli associati di Confesercenti Firenze. E’ quanto scaturito dal confronto che si è tenuto tra il gruppo dirigente di Confesercenti di Firenze, il comandante della polizia municipale Francesco Passaretti e l’assessore alla sicurezza, Benedetta Albanese. Sicurezza urbana, lotta al degrado (nelle sue molteplici fattispecie) contrasto ai fenomeni di abusivismo commerciale, rispetto degli orari di vendita e più generalmente delle norme disciplinanti commercio e concorrenza, carico e scarico merci in area Unesco, ingombro e rispetto tempistica dei cantieri: questi alcuni dei temi affrontati nel corso dell’ incontro e sui quali si concentrerà nei prossimi mesi un rapporto di collaborazione Palazzo Vecchio Confesercenti. L’obiettivo è quello di sostenere l’azione della polizia municipale in questi ambiti attraverso segnalazioni precise e puntuali che arriveranno da chi in strada ci lavora.

"Si è trattato di un incontro positivo - commenta Santino Cannamela, presidente Confesercenti Firenze - il compito della Municipale in una città come Firenze, tra le più visitate al mondo, è complesso". "L’esperienza di chi lavora e vive le strade della città è preziosa - conclude l’assessora Albanese - per costruire insieme azioni sinergiche che affrontino in modo sempre più efficace le problematiche cittadine. L’amministrazione e la nostra Municipale sono impegnate per dare risposte concrete, presenza e controllo costante".

Rossella Conte

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro